VIAREGGIO. Un clima infuocato. Tensione stamani alla manifestazione organizzata dai 7 dipendenti di ReteVersilia licenziati ad inizio settimana. Con loro, davanti la sede della Misericordia, anche tanti comuni cittadini, oltre che le associazioni Assemblea 29 Giugno, Il Mondo che Vorrei e Tartarughe Lente. Urla e slogan che hanno portato la Misericordia di Viareggio ad annullare il consiglio previsto proprio per stamani.

All’esterno, per parlare con i manifestanti, stavolta è sceso anche l’editore, Roberto Monciatti. Ma il clima non si è certo rasserenato: scambi di accuse e parole grosse tra Monciatti e i suoi ex dipendenti. “Vi ho tolto dalla strada, e questo è il ringraziamento…”, avrebbe detto Monciatti ad alcuni di loro.

La manifestazione era condita con manifesti dai toni chiari, così come il presidio di ieri con molti primi cittadini: “Monciatti e Mazzolini, godetevi la pensione”, “La Misericordia non è tua, vattene” tra i tanti messaggi apparsi. Stamani ha ritirato materialmente la lettera di licenziamento anche l’ultimo dei dipendenti, Vincenzo Calvanese, di rientro oggi dalla Luna di Miele.

In mattinata è previsto un incontro tra i capigruppo di minoranza in consiglio comunale a Viareggio e lo stesso Roberto Monciatti.

foto VersiliaToday
foto VersiliaToday
(Visitato 112 volte, 1 visite oggi)

Fondazione Pucciniano: ecco chi sono la nuova presidente e i suoi collaboratori

Camaiore, la foto di Candalla pubblicata al rovescio sul giornalino del Comune