CAMAIORE. Ha ucciso il cane di suo nipote con un violento calcio all’addome dopo una lite in famiglia. A raccontare la triste vicenda è la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente sul suo sito “Nel Cuore”.

L’episodio è avvenuto a Lido di Camaiore a seguito di un litigio  scoppiato tra due nuclei familiari che vivevano nello stesso condominio. Come si legge sul sito il cane ha iniziato ad abbaiare e l’uomo, 55 anni, ha scagliato tutta la sua rabbia contro il cagnetto, un meticcio di taglia piccola di 14 anni, morto sul colpo dopo il calcio. L’animale è stato portato la sera stessa in una clinica veterinaria della zona, però non c’è stato nulla da fare per le complicazioni interne causate dalla forte botta all’addome.

I Carabinieri di Camaiore hanno dato il via alle indagini, pronti a denunciare l’uomo per maltrattamenti di animali.

 

(Visitato 119 volte, 1 visite oggi)

Intervengono per salvare una vita, gli rubano lo zaino di rianimazione da dentro l’ambulanza

Giovane di 23 anni si spara in casa. Tragedia a Massarosa