VIAREGGIO. Il 2013 è stato, in un certo senso, l’annus horribilis delle feste rionali di Carnevale. Il Carnevaldarsena che si ferma, Marco Polo e Croce Verde sostituite da un insipido surrogato, il comitato del Campo d’Aviazione e l’associazione “Vivere la Darsena” unici a tenere coraggiosamente alta la bandiera. Con l’anno nuovo, però, si volta pagina.

Quello tra Burlamacco e i suoi rioni è un ritrovato amore. Che si rinfocolerà proprio il giorno di San Valentino, perché nel pomeriggio di venerdì 14 febbraio inizieranno, con la festa per i bambini, i tre giorni del Rione Campo d’Aviazione. Dopo il buon debutto di un anno fa al centro sportivo in Via Filzi, il presidente Massimiliano Bufalini e i consiglieri hanno deciso di trasferire palchi e cucine – a proposito: solo per la serata inaugurale verrà sfornato il segretissimo “piatto dell’amore” per le coppie di innamorati – pochi metri più in là, di fronte agli uffici della Circoscrizione in Via Parri.

Alla vigilia del secondo corso mascherato i viareggini torneranno alle sane, vecchie abitudini. Riposto nel cassetto, senza grandi rimpianti, l’esperimento delle Carneval Night sulla Terrazza della Repubblica, Burlamacco ripropone il Rione Marco Polo. E così, da venerdì 21 a domenica 23 febbraio, si rivedranno maschere e mascheroni in Via Maroncelli e Via Marco Polo fino al piazzale della Chiesa di Don Bosco. E non mancheranno alcune novità.

Foto VersiliaToday
Foto VersiliaToday

L’ultimo giorno di febbraio – venerdì 28 – coinciderà con la prima notte di festa del Carnevaldarsena, il baccanale più lungo e amato: dopo un anno sabbatico, parzialmente mitigato dal “Rione che non c’è” organizzato dai commercianti del quartiere nell’ultimo weekend dello scorso Carnevale, il polpo darsenotto torna ad allungare i suoi tentacoli in Via Coppino fino a Martedì Grasso.

A chiudere le celebrazioni sarà il Carnevale storico. Storico di nome, ma non di fatto: è nato pochissimi mesi fa, per colmare la lacuna di rioni in notturna della Croce Verde e della Vecchia Viareggio che si limiteranno al pomeriggio di festa per i più piccoli. Per i grandi, invece, l’appuntamento è per venerdì 7 marzo: per tre sere consecutive si balla nel tratto compreso tra Piazza Santa Maria e Piazza San Francesco, ovvero i palcoscenici naturali dove si sono sempre svolti Vecchia Viareggio e Croce Verde. Che si abbracciano e danno vita a un nuovo baccanale.

A pensarci bene, è il segreto dei 141 anni del Carnevale a Viareggio: saper cambiare e sapersi rinnovare senza perdere di vista la tradizione.

(Visitato 196 volte, 1 visite oggi)

Incidente frontale alla Migliarina, due feriti gravi

Veglioni di Carnevale alla riscossa, quattro sabati sera tra burlesque, cinema e anni Settanta