dal nostro inviato

PRATO. Soltanto facendosi del male, come suo solito, il Viareggio poteva perdere una partita dai contenuti tecnici mediocri. Su azione d’angolo Lamma segna di testa da fermo, senza neppure saltare, il gol che regala il successo al Prato e che condanna le zebre che, seppur mostrando miglioramenti sotto il profilo temperamentale, hanno evidenziato preoccupanti limiti nella costruzione della manovra.

Il Viareggio del primo tempo non piace: è passivo, poco propositivo. Insomma, non sembra una squadra che deve riscattare l’umiliazione di una settimana fa con la Salernitana. Il Prato si rende più pericoloso, approfittando degli spazi che la retroguardia ospite concede. Lamorte in avvio, nel tentativo di liberare, rischia l’autogol. Uno spavento e nulla più.

La difesa delle zebre non fa affatto bella figura in occasione del gol del Prato, che arriva poco dopo la mezz’ora: Lamma, infatti, viene lasciato libero di girare in rete, senza che nessuno lo contrasti adeguatamente (nella fattispecie Conson). Una distrazione grave che alla fine dei conti si è rivelata fatale.

Nella ripresa qualcosa di più il Viareggio prova a combinarlo, con Matteini e Benedetti che ci provano dalla distanza. Perché il Viareggio fa una fatica tremenda ad avvicinarsi all’area avversaria. Gli ingressi di Rosafio (al posto di un deludente Vannucchi) e dell’esordiente Berbert non bastano per impensierire seriamente il Prato, che pure rimane in dieci per l’espulsione di Lamma. L’assalto finale è sterile, mancano cattiveria e convinzione. I padroni di casa giocano col cronometro senza troppi patemi d’animo.

Sale a cinque la serie di sconfitte di fila per il Viareggio. Questa è certamente meno preoccupante rispetto a quella contro la Salernitana. Ma la situazione è delicata. La società tace, Lucarelli prende tempo. All’orizzonte c’è la sfida casalinga con il Lecce, forse l’avversario peggiore da affrontare in questo momento.

PRATO-VIAREGGIO 1-0

PRATO (4-4-2): Layeni (24′ st Brunelli); Malomo, Ghinassi, Lamma, De Agostini; Grifoni (32′ st Bagnai), Roman, Cavagna, Romanò (18′ st Silva Reis); Corvesi, Magnaghi. (Mancini, Armenise, Serrotti, Pisanu). All. Esposito.

VIAREGGIO (4-3-3): Gazzoli; Marongiu, Lamorte, Conson, Falasco (1′ st Nicolao); Della Latta, Mungo, Gerevini (28′ st Berbert); Benedetti, Matteini, Vannucchi (10′ st Rosafio). (Montenegro, Piana, Gemignani, Galassi). All. Lucarelli.

Arbitro: Pelagatti di Arezzo (Gori di Arezzo – Cecconi di Empoli).

Rete: 34′ pt Lamma.

Note: espulso Lamma (Prato) al 27′ st. Ammoniti Magnaghi, Brunelli (Prato), Falasco, Gerevini (Viareggio). Angoli 6-2. Recuperi 1′ pt, 5′ st.

Gabriele Noli

Leggi anche:
le pagelle di Prato-Viareggio
l’intervista a Cristiano Lucarelli
l’intervista a Massimo Gazzoli
l’intervista a Ighli Vannucchi
l’intervista a Luca Marongiu
l’intervista a Giuliano Lamma

Guarda anche:
la sintesi di Prato-Viareggio

(Visitato 44 volte, 1 visite oggi)
TAG:
calcio esperia viareggio girone b lega pro prato prima divisione

ultimo aggiornamento: 02-03-2014


La Wts perde e recrimina per l’arbitraggio

Le pagelle di Prato-Viareggio