"Progetto Terna, un nuovo disastro doloso per il territorio di Massarosa" - Politica, Politica Massarosa Versiliatoday.it

“Progetto Terna, un nuovo disastro doloso per il territorio di Massarosa”

MASSAROSA. “Il progetto di Terna per una centrale ed una rete elettrica che attraversa il nostro Comune non è sviluppo ma potrebbe diventare un disastro doloso per il nostro territorio per sanarne un altro già compiuto da un’altra parte. La soluzione “scelta” a vista anziché interrata appare dettata più da interessi economici di parte che non dall’interesse collettivo, il silenzio ed il procedere in sordina dell’amministrazione uscente Mungai non ci piace ne ci può rassicurare”.

Lo scrive il candidato sindaco di Massarosa Civica Alberto Coluccini. “Numerosi cittadini – dice – saranno oggetto di espropri se il progetto in corso da anni ed in procinto di entrare in fase operativa ma di fatto ad oggi risultano all’oscuro di tutto. A questo punto non riusciamo a comprendere per conto di chi sta amministrando Massarosa il Mungai, ma non certo per conto dei cittadini che dovrebbe rappresentare. A mezza bocca l’amministrazione di sinistra dice di avere pronte delle osservazioni da presentare, ma non si riesce a sapere niente di più, ne nessun confronto anche solo per il diritto di essere informati sulla situazione reale e le conseguenze di impatto paesaggistico ed idrogeologico e’ programmato con i cittadini”.

“Dalle notizie che abbiamo recepito partecipando alla riunione del comitato di Balbano l’impatto della soluzione con tralicci altissimi ben 50 metri a vista appare eccessivo ed un danno enorme per tutto il nostro territorio. Il valore di diverse case e luoghi drasticamente svalutato senza considerare l’aspetto principale, il potenziale rischio per la salute ed ambientale. La stessa Terna si è già offerta di risarcire il danno ambientale collettivo con 175.000 euro al Comune di Massarosa, che chi amministra oggi, da ciò che trapela sta valutando pro e contro per accettare”.

“La soluzione alternativa, quella dell’interramento, al momento ci appare, seppure più costosa, meno devastante e quindi da rivalutare. Per quanto ci riguarda il prossimo 8 e 19 aprile parteciperemo nuovamente alle riunioni a Santa Maria a Colle dove saranno presenti i tecnici di Terna, ci auguriamo che in questi giorni Mungai ci informi sulla situazione reale e sugli impegni che ha già assunto nei numerosi incontri che ha tenuto con i vertici di Terna e le altre amministrazioni comunali coinvolte rompendo il silenzio con i cittadini che ha tenuto fin’oggi”.

(Visitato 80 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 04-04-2014 18:45