Una vera e propria caccia all’uomo. O meglio, una caccia allo straniero. E’ quella organizzata ieri notte da un gruppo di ragazzi a Camaiore. Otto, dieci persone, giovanissime, armate di casco e mazze hanno percorso, in lungo e in largo, le strade del centro, come fossero una squadraccia fascista. E tutto per una notizia, del tutto falsa, di un rapimento di una bambina ad opera di stranieri.

La notizia si è diffusa attorno alle 22. Alcuni ragazzi hanno detto di aver visto “due stranieri, forse tunisini, che portavano una bambina dentro un sacco nero per le strade di Camaiore“. Una notizia assurda che però, nel giro di pochi minuti, è rimbalzata di bocca in bocca prendendo forza.

Così una decina di ragazzi – tra cui quelli che dicevano di aver visto la scena del rapimento, e quasi tutti attorno ai 15 anni, racconta chi li ha visti – hanno organizzato una vera e propria ronda: armati di caschi e spranghe, uniti in fila come un unico blocco, hanno avviato la caccia all’uomo. Poi qualche genitore, dopo aver contribuito a diffondere la notizia falsa con diversi post sui social, deve aver contattato le forze dell’ordine. Così anche carabinieri, polizia e agenti della municipale si sono messi a cercare e a pattugliare le strade, nell’inutile tentativo di scovare i due presunti rapitori. La notizia ha così continuato, erroneamente, ad autoalimentarsi: molta gente, vedendo polizia e carabinieri per strada, ha preso per buona la versione del rapimento.

Invece non c’è stato nulla di nulla, nessuna sparizione, nessuna denuncia. Di concreto c’è stata solo la squadra di ragazzi, di fascista memoria, e gli agenti impegnati nelle ricerche. Cosa hanno visto i ragazzi? Dentro una busta nera i due stranieri, ammesso esistano davvero, potrebbero aver tenuto un coniglio, o un altro animale, ancora vivo, che  fatto credere chissà cosa ai giovani. Il clima di sospetto e avversione creato attorno ai migranti, in questi mesi a Camaiore e nel resto dell’Italia, ha fatto il resto: ha fatto sì che alcuni ragazzi si sentissero autorizzati a cercare, spranga alla mano, gli stranieri rapitori di bambini da punire, subito e senza processo. Una reazione che, a chi scrive, fa persino più paura della notizia (falsa) di rapimento.

Sul caso leggi anche:

 

(Visitato 21.399 volte, 1 visite oggi)
TAG:
caamiore camaiore rapimento bambina

ultimo aggiornamento: 13-09-2016


Ancora una rissa in piazza Dante

Il sindaco conferma: “Nessun rapimento, notizia inventata”