Papilloma virus e fertilità: Cattive notizie!

Da qualche anno l’oramai celebre papillomavirus è balzato agli onori delle cronache, complice la meritoria campagna di vaccinazione per prevenire il cancro della cervice uterino.

Papilloma virus e fertilità

Se per le femminucce il famigerato virus risultava talvolta pericoloso, sui maschietti il problema pareva meno pesante (ben più rara la comparsa di cancro al pene), ma ecco che un recentissimo Studio, tra l’altro italiano, ha evidenziato l’altra faccia del problema con rischi importanti per la Ferilità di ambo i sessi, maschietti, appunto, compresi.

Cos’è il papilloma virus

Il papilloma virus umano (HPV) è la più diffusa tra le malattie sessualmente trasmissibili (si dice il 6-7% di tutte le persone!). Esistono più di quaranta tipi di papilloma virus in grado di colpire gli organi genitali maschili e femminili, ma anche la bocca e la gola. Purtroppo la maggior parte delle persone colpite dal papilloma non sa di essere stata contagiata (cosiddetti portatori sani papilloma virus) e questa è una delle cause della ampia diffusione del contagio.

Il problema è che il papilloma virus provoca anomalie solo a livello cellulare della pelle infetta e questo fa si che nella  maggior parte dei casi i cambiamenti cellulari non sono visibili ad occhio nudo passando così inosservati. La maggior parte dei pazienti affetti dal papilloma virus non presenta, infatti, né sintomi né problemi di salute ad esso collegati ed in ogni caso nel 90% dei casi il sistema immunitario distrugge l’HPV nel giro di due anni.

Se, tuttavia, l’organismo non combatte a sufficienza contro il virus, questo provoca cambiamenti visibili con la comparsa delle Verruche genitali con una incubazione che può durare anche mesi dall’infezione.

Verruche genitali come si formano

Le verruche genitali di solito si presentano come un piccolo rigonfiamento o come un gruppo di verruche nella zona genitale. Possono essere indifferentemente grandi o piccole, piatte, in rilievo o a grappolo. Per diagnosticarle è sufficiente una normale visita ginecologica o uro-andrologica. Le verruche possono apparire dopo il contatto sessuale con un partner infetto, anche se il partner non presenta alcun sintomo visibile. Se non vengono curate tendono ad aumentare di dimensione e di numero.

Purtroppo alcuni tipi di papilloma virus sono in grado di favorire il cancro del collo dell’utero ed anche altre forme di tumori, meno comuni ma gravi, che ad esempio colpiscono la vulva, la vagina, l’ano e alcune zone della testa e del collo (lingua, tonsille e gola).

Papilloma virus trasmissione e contagio

Il papilloma virus si trasmette tramite contatto sessuale, soprattutto durante i rapporti vaginali e anali, ma può anche trasmettersi durante i rapporti orali o con il semplice contatto tra genitali.

Il contagio può avvenire tra partner eterosessuali e omosessuali, anche, lo abbiamo già ricordato,  se il partner infetto non presenta alcun sintomo. E’ questo il principale motivo della grande diffusione del papilloma-virus: la maggior parte delle persone che sono state contagiate non sanno di esserlo e nemmeno di trasmettere il virus al proprio partner.

HPV test

Le analisi per il papilloma virus attualmente in commercio sono usate soltanto per lo screening del tumore del collo dell’utero, non esiste infatti alcun test valido per entrambi i sessi ed in grado di fornire una risposta di “positività” o “negatività” all’HPV, e nemmeno esiste un esame in grado di individuare con certezza il virus sui genitali, nella bocca o nella gola.

Nella femminuccia sono, infatti, abbastanza noti, Pap test, Colposcopia e Test DNA HPV.

Mentre, nel caso dei maschietti non esistono altrettanti approcci oltre alla visita urologica. In alcuni casi l’urologo ha necessità di una uretroscopia per valutare presenza di lesioni verrucoidi nell’uretra.

Per l’HPV in sé non esiste alcuna terapia salvo la prevenzione con la vaccinazione (nota per la donna, meno nota ma esistente anche per l’uomo), mentre per le malattie causate dal virus sono disponibili terapie specifiche, ad esempio le “brutte” verruche genitali visibili possono essere rimosse dal medico con creme specifiche, laser o elettrobisturi.

Papilloma virus e fertilità

Ad oggi in questa complessa e variegata malattia il ruolo dell’uomo sembrava, pertanto, più che altro quello di “trasmettitore” visto che il rischio di tumore al pene da papilloma-virus era statisticamente molto inferiore al rischio di tumori ginecologici.

Tuttavia oggi dobbiamo aggiungere un tassello che deve far preoccupare anche i meno interessati uomini: l’HPV può danneggiare la fertilità dell’uomo ed essere causa di insuccesso nei trattamenti di fecondazione medicalmente assistita.

Papilloma virus e fertilità possono essere correlati.

La Ricerca italiana su papilloma virus e fertilità ha riguardato decine di coppie con problemi di fertilità senza apparenti certi motivi ginecologici ma in cui l’esame dello sperma aveva mostrato positività nel liquido seminale al papilloma. I Ricercatori hanno potuto constatare come la fertilità a termine fosse decisamente maggiore in quelle coppie dove la donna era stata vaccinata e pertanto era più resistente al virus presente nello sperma. A dimostrare come i maschietti infetti rendessero più difficile la fertilità di coppia sopratutto se il virus non era combattuto efficacemente dalle difese femminili.

anche se il virus hpv non dia sintomi evidenti, credo che sia importante cari ragazzi, non sottovalutate il rischio infezione da papillomavirus, oltre che alle brutte verruche genitali rischiate di rendervi anche di dover rinunciare un domani a divenire papà. Non vale davvero la pena per essersi dimenticati una volta di usar quantomeno il preservativo!

L’AFORISMA DEL GIORNO: “La vita, questa malattia sessualmente trasmissibile.” Edward Bellamy, scrittore statunitense.

(Visitato 885 volte, 1 visite oggi)
TAG:
hpv luca lunardini papilloma virus papilloma virus e fertilità

ultimo aggiornamento: 12-03-2017


Il cyberbullismo, i giovani e la comunicazione online

Figli viziati e iperprotetti? Ecco come si diventa un bravo genitore