Continua senza sosta l’attività di contrasto del Commissariato Viareggio alla criminalità diffusa.
Due gli arresti conclusi nelle ultime ore.
Nel pomeriggio di ieri, in particolare, un poliziotto del Commissariato, libero dal servizio, mentre passeggiava sul lungomare nei pressi della “Terrazza della Repubblica”, ha notato un individuo che in maniera sospetta si avvicinava alla portiera anteriore di un camper in sosta, tentando di forzarla con un coltello e una tenaglia.
Il poliziotto, intuendo chiaramente le intenzioni del malvivente, prontamente è intervenuto avventandosi sul ladro alle spalle e disarmandolo del coltello.
Il ladro, 50enne tunisino, nullafacente, pregiudicato per reati contro il patrimonio, è stato tratto in arresto per tentato furto aggravato e in mattinata sarà processato con rito direttissimo presso il Tribunale di Lucca.

Sempre nella serata di ieri, un altro arresto è stato portato a termine nei confronti di un  32enne marocchino, clandestino sul territorio nazionale, per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.
Nella serata di ieri in centro a Viareggio, infatti, una Volante del Commissariato, durante il servizio di controllo del territorio, ha fermato un’auto per procedere al controllo del conducente.  L’uomo, però, per sfuggire all’identificazione è sceso dalla vettura ed ha iniziato a correre nel vano tentativo di dileguarsi e farla franca.

Dopo un lungo inseguimento a piedi per le vie cittadine è stato raggiunto.
Il cittadino marocchino, nel tentativo di darsi alla fuga, ha aggredito i poliziotti che, con non poca difficoltà, sono riusciti ad immobilizzato e assicurarlo all’interno dell’auto di servizio.
A seguito della colluttazione il capo equipaggio, rimasto contuso, è stato medicato presso il locale pronto soccorso con prognosi di 5 giorni.
L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa del processo che sarà celebrato in mattinata al tribunale di Lucca con rito direttissimo.

(Visitato 5.204 volte, 214 visite oggi)

Lascia un commento