I giovani del Club Italia affondano la Fonteviva. Bravi, bravissimi i ragazzi del Club Italia che al Palazzetto dello Sport della Spezia offrono una buonissima prestazione e costringono la squadra toscana al secondo KO consecutivo della sua post season. Fonteviva che ha attenuanti importanti avendo fuori Leoni e Calarco a cui nelle ultime ore prima della gara si è aggiunto anche il forfait del nuovo arrivato Dolgopolov. Un fulmine a ciel sereno dopo l’ottimo e promettente esordio del regista ucraino. Una mazzata che certo non ha aiutato la squadra di Mosca ad affrontare nel migliore dei modi l’ostacolo Club Italia.  Fonteviva che, però, nonostante tutto, poteva e doveva fare meglio, soprattutto in ricezione e nella correlazione muro-difesa. Non è servita neppure la sferzata del presidente. La Fonteviva vista contro i ragazzini del Club Italia è stata disarmante. Molle in difesa, incredibilmente latitante in ricezione e quindi poco efficacie in attacco. Una prestazione imprevedibile ed incomprensibile per una squadra che doveva gettare il cuore oltre l’ostacolo davanti alle tante difficoltà e ad una classifica compromessa. La Fonteviva vista in campo contro il Club Italia non è apparsa neppure la lontana parente della squadra che nelle ultime gare di regular season aveva dato buoni segnali e fatto vedere tanta voglia di lottare. Ovvi e giustificati quindi la delusione finale dei tifosi presenti sugli spalti e dei dirigenti di Massa. Una delusione giustificata pienamente dai numeri messi in campo dalla squadra che, come dicevamo, non ha praticamente mai preso a muro gli avversari, ha ricevuto malissimo (appena il 20% di ricezione positiva nel primo set) ed ha difeso poco e nulla. A questo va aggiunta una prestazione in attacco in cui le bande sono passate solo raramente con Masini che, oltre ad essere costretto a correre molto, si è visto limitare le uscite offensive quasi al solo Cuk. Insomma, un disastro dal punto di vista tecnico ed una delusione dal punto di vista temperamentale in una gara che rischia di avere un peso specifico clamoroso nella corsa salvezza.
LA CRONACA DEL MATCH
1° set: Massa, come detto, senza Dolgopolov, e con Leoni e Calarco presenti solo per onor di firma. Mosca recupera Masini in regia con Cuk opposto, Quarta e Biglino al centro, Silva e Bolla ad attaccare e Bortolini libero. Per il Club Italia Salsi al palleggio e Cantagalli opposto, Russo e Cortesia sono i centrali mentre in posto due ci sono schierati Gardini e Recine. Il libero è Federici. Inizio contratto di Massa che sbagliava molto in ricezione e concedeva subito il break ai giovani avversari (4-10). Tempo Mosca. Al ritorno in campo ancora Fonteviva in buca e Mosca al secondo time out (5-14). Club che batteva molto bene e che difendeva altrettanto bene. Massa in difficoltà ma che, progressivamente risaliva la china. Fonteviva sotto 9-16 ma che con Quarta e Cuk trovava punti importanti (18-21).  Tre erroracci dei ragazzi di casa regalavano però il set a Roma.
2° set: inizio secondo set positivo per Massa (5-3) ma progressivo recupero dei giovani ospiti che difendevano molto bene e che davano pochissimi riferimenti al muro di Massa. Ospiti avanti di cinque (7-12) con Mosca già al time out. I ragazzi di coach Cresta scappavano sul 10-16 ma un ace di Cuk ed i muri di Silva e Biglino riavvicinavano Massa (14-16). Cuk dalla seconda linea per il meno uno. La parità arrivava sul 17-17 con un fallo a rete degli ospiti. Ancora tanti , troppi errori della Fonteviva che però adesso ci metteva la grinta ed un ottimo Cuk. Diagonale di Bolla per il 20-20 ed era arrivo allo sprint. Dentro Biglia per Silva e subito muro vincente del giovane massese. Massa sul 23-22 con mani e out di Silva. Brutta punto subito dalla Fonteviva che non riusciva a difendere su una palla facile (23-24). Club che si guadagnava il secondo set point in primo tempo (24-25). Annullato anche questo dalla Fonteviva.  Gli ospiti chiudevano con un muro.
3° set: inizio terzo set ancora di marca ospite (1-3 e 2-4). Tempo Mosca sul 5-9. Scena che si ripeteva dopo che il Club Italia murava Cuk portandosi sul 7-14. Fonteviva che sembrava quasi incapace di reagire. Squadra ospite che proseguiva serena la sua corsa (9-16) e che chiudeva il match conquistando tre punti preziosi per la sua classifica.


Il tabellino completo:
ACQUA FONTEVIVA MASSA – CLUB ITALIA CRAI ROMA 0-3
Acqua Fonteviva Massa: Bortolini, Cuk 12, Masini 1, Drago, Leoni, Briglia, Bolla 7, Bernieri di Lucca, Nannini, Calarco, Briata, Silva 6, Quarta 7, Biglino 5. All. Mosca; 2° all. Urbani.
Club Italia Crai Roma: Gardini 9, Cortesia 13, Stefani, Zaccari, Motzo, Panciocco, Federici, Sperotto, Recine 12, Dal Corso, Russo 11, Rondoni, Baciocco, Cantagalli 11, Ferri, Salsi, Biasotto, Mosca. All. Cresta; 2° all. Roscini.
Arbitri: Cesare Armandola di Pavia e Marta Mesiano di Bologna; addetto video Check  Gabriele Pulcini
Parziali: 19-25; 25-27; 17-25.
Servizi err/punti: Fonteviva 8/4, Club Italia 14/4
Muri punto: Fonteviva 5; Club Italia 12
(Visitato 36 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento