Ancora puzzo di bruciato. La torba nel padule a Massarosa è ancora in fiamme: “Sono 3 giorni”, fanno presente in molti. Ieri il sindaco di Massarosa aveva ordinato ai proprietari del terreno, con un’ordinanza, indifferibile e urgente, di provvedere ad eseguire tutti gli interventi necessari al totale spegnimento dell’incendio stesso, inteso come completa eliminazione di ogni processo di combustione, anche sotterraneo, in atto, anche mediante allagamento dell’area. Ma, per tutta la notte, l’odore acre ha invaso Viareggio, ed è stato avvertito anche nella frazione pucciniana. “Non si respira”, “Oggi è anche peggio”,” La protezione civile dovrebbe chiamare i Canadair per allagare i campi bruciati”, “La torba che brucia produce diossina. In Versilia ci sono piu’ casi di tumore che in tutte le altre parti della Toscana. Vorrà dire qualcosa”: sono solo alcuni dei commenti sui social da parte di cittadini esasperati dal fetore insopportabile che ha costretto a chiudersi in casa con le finestre tappate. L‘incendio di torba, questa mattina, è sempre attivo e i suoi fumi si alzano sul lago di Massaciuccoli. “Non è sola torba”, presumono in molti facendo riferimento alla probabile presenza di rifiuti.

 

(Visitato 1.241 volte, 1 visite oggi)