Tarocca la centralina del TIR per risparmiare: beccato dalla Polstrada

La Polizia Stradale di Siena ha sanzionato il conducente di un TIR che, per risparmiare, aveva taroccato la centralina del motore per non usare un additivo, utile a ridurre le emissioni inquinanti sprigionate dai tubi di scarico del veicolo.

È accaduto ieri pomeriggio, quando una pattuglia della Sezione di Siena ha incrociato il mezzo a Poggibonsi (SI), fermandolo per un controllo. L’autista, un 42enne originario di Viterbo, aveva caricato delle piante a Pescia (PT) per portarle in un vivaio di Piancastagnaio (SI) ed era sicuro di farla franca, ma gli è andata male, poiché la Polstrada è molto attenta anche alla tutela dell’ambiente.

I poliziotti si sono accorti di quello stratagemma che ingannava la centralina e inquinava l’aria, facendole credere che l’additivo era sempre in circolo, quando invece non lo era. Il TIR è stato fermato e potrà circolare di nuovo solo dopo la revisione, mentre l’uomo dovrà pagare circa 500 euro per la sua furbata riuscita male. La Polstrada gli ha pure sequestrato il marchingegno usato per il tarocco.

Aggiornato il: 29-03-2019 11:39