La Provincia di Lucca ha a cuore le sorti dell’istituto Don Lazzeri-Stagi di Pietrasanta e lo sta dimostrando su vari fronti, sia quello infrastrutturale che su quello organizzativo e didattico”.

Luca Poletti, consigliere provinciale con delega all’istruzione, anche alla luce dell’incontro avuto ieri in Regione con i rappresentanti del Comune di Pietrasanta, spiega che “proprio d’intesa con l’amministrazione comunale, è stata avanzata una proposta organizzativa per ottimizzare gli spazi della didattica. Abbiamo inoltre lavorato per mantenere anche per il 2020/21 l’autonomia scolastica nonostante il numero di iscritti sia sceso sotto le 600 unità, cosa che formalizzeremo nei provvedimenti da prendere entro novembre con il sostegno anche dell’assessore regionale Cristina Grieco”.

“Si tratta ora di concentrare gli sforzi per rilanciare il prestigio della scuola con iniziative mirate compresa la valorizzazione del patrimonio presente nell’istituto – aggiunge il consigliere della Provincia -. L’ente di Palazzo Ducale ritiene questo Istituto fondamentale per il prestigio storico e il legame con le tradizioni del territorio. Per cui continueremo ad adoperarci in tal senso in collaborazione con tutte le istituzioni. Per quanto mi riguarda mi fa piacere aver portato avanti gli impegni presi con i ragazzi che erano venuti a manifestare in Provincia dimostrando attaccamento alla propria scuola”.

Poletti, infatti, ricorda l’incontro con gli studenti a Palazzo Ducale alla fine del novembre 2018 durante il quale aveva preso alcuni impegni: tra cui la convocazione di un’assemblea nella sede dell’Istituto che si è tenuta ai primi di febbraio durante la quale sono state delineate alcune strategie di breve e lungo termine.

“A studenti e docenti – conclude Poletti è stato presentato il progetto complessivo della nuova scuola di Pietrasanta, un progetto che, grazie al perfezionamento della domanda di accesso ai mutui Bei relativo alla demolizione e ricostruzione della scuola, siamo riusciti a far risalire dal 348° posto fin nelle prime dieci posizioni della graduatoria con possibilità di finanziamento già nel 2019. Mentre lo scorso settembre la Provincia ha inaugurato la sistemazione della palestra sui cui abbiamo investito 600mila euro ed ha effettuato altri interventi come il camminamento esterno tra i laboratori e l’edificio, la scala per migliorare il collegamento tra la palestra e le aule; il ripristino degli erogatori di gas del laboratorio di oreficeria, infine la sistemazione dei servizi igienici nel padiglione dei laboratori”.

(Visitato 99 volte, 3 visite oggi)