Stadio: "Le bugie hanno le gambe corte". Sabato presidio della Viareggio Ultrà - Politica Viareggio Versiliatoday.it

Stadio: “Le bugie hanno le gambe corte”. Sabato presidio della Viareggio Ultrà

“Le bugie hanno le gambe corte e quelle dell’amministrazione comunale di Viareggio non fanno eccezione. Il sindaco Giorgio Del Ghingaro, in più occasioni, aveva promesso di rimettere a norma lo stadio ma questa promessa non si è mai realizzata”.
La nota congiunta arriva da Repubblica Viareggina e Potere al Popolo:
“La squadra di calcio del Viareggio nella stagione 2018/2019 è stata costretta a peregrinare per vari campi della Toscana e il torneo mondiale di calcio giovanile noto come “Coppa Carnevale” è stato costretto ad emigrare a La Spezia. Nell’anno del centenario, poi, è venuta a scomparire, anche, la squadra della città e molto probabilmente in questa drammatica vicenda ha inciso, pure, l’assenza di uno stadio. Invece, di fare autocritica, il sindaco di questa città, dopo che un’artista internazionale per denunciare lo stato di abbandono dell’impianto vi era entrato per realizzarvi la performance artistica “La solitudine dell’impero”, non ha trovato niente di meglio che minacciare denunce. Lo Stadio dei Pini era un impianto bellissimo situato nel verde della nostra città, quella città che nel corso degli anni è stata svenduta. I pini vi facevano da cornice ma adesso non abbiamo più lo stadio e presto non avremo più nemmeno i pini, visto i continui disboscamenti e soprattutto lo scellerato progetto dell’asse di penetrazione che oltre a non servire a niente prevedrebbe l’abbattimento di centinaia e centinaia di alberi e di una palazzina dove vivono nove famiglie. Lo stesso stadio rappresenta un ostacolo alla costruzione di questo faraonico progetto. Noi pensiamo che i soldi che il sindaco vuole buttare in questa colata di cemento potrebbero, invece, essere convertiti per rimettere a norma gli impianti sportivi. Viareggio nel corso degli ultimi anni ha visto chiudere numerosi spazi di aggregazione e luoghi di pubblico bene comune. Palazzetto dello Sport e Centro Congressi sono finiti in mano a privati e stadio e piscina (quest’ultima venduta anche essa ad un privato) sono ancora chiusi. Il centro sportivo Vasco Zappelli al Varignano, nonostante le le promesse dell’assessora Mei versa in pessime condizioni. Viareggio meriterebbe di più ma l’attuale classe politica è inadeguata e interessata solo a svendere la città. Per questo come Potere al Popolo e Repubblica Viareggina abbiamo deciso di partecipare al presidio si sabato 21 settembre davanti allo stadio promosso da “La Viareggio Ultrà”

Aggiornato il: 20-09-2019 12:38