Il polpo di Alessandro Pasquinucci al centro del manifesto del Carnevaldarsena - Carnevale di Viareggio Versiliatoday.it

Il polpo di Alessandro Pasquinucci al centro del manifesto del Carnevaldarsena

In principio era il polpo. Attenzione, non il polipo (che è un’altra cosa) e neppure la piovra, che fa tanto fiction sulla mafia. Parliamo del comune polpo nostrano (“octopus vulgaris”), da sempre il simbolo del rione Darsena. Ebbene, il simpatico cefalopode è protagonista del manifesto ufficiale del Carnevaldarsena 2020, opera di Alessandro Pasquinucci. La prossima edizione del Carnevale rionale più antico e acclamato sarà importante: è quella del cinquantesimo anniversario. Così i darsenotti stanno preparando le cose in grande e intanto hanno svelato il manifesto. Un polpo campeggia su una pagina bianca con i suoi tentacoli dispiegati, sui toni del rosa. In sovraimpressione si intravedono immagini del Baccanale, in una ideale galleria dei primi 50 anni della festa. Una soluzione grafica semplice ed efficace, firmata da Alessandro Pasquinucci. Figlio d’arte (il padre è Stefano, già presidente della Fondazione Carnevale) e carnevalaro convinto, Alessandro ha 24 anni e dopo il liceo classico si è laureato in scienze della comunicazione a Pisa, per poi completare un master in grafica e comunicazione pubblicitaria. “Volevo raccontare – spiega –  i 50 anni del Carnevaldarsena sintetizzando il passato e il presente. Ho usato un mix di foto della manifestazione, dalle prime edizioni fino agli ultimi anni: il polpo, icona classica del rione, è disegnato su una pagina un po’ stropicciata, una sorta di album di ricordi in cui passato e presente si uniscono e dialogano”.

Alessandro è un vero carnevalaro: da dieci anni – era appena quattordicenne quando ha iniziato – partecipa al Festival di Burlamacco come autore e interprete di canzoni del Carnevale. Per tre anni (dal 2015 al 2017) è stato anche costruttore, realizzando maschere isolate per le sfilate ufficiali.

 “Al consiglio – spiega il vicepresidente del Rione, Alessandro Summonti – la soluzione proposta dal giovane Pasquinucci è piaciuta perché condensa graficamente i 50 anni del Rione attraverso le foto delle varie epoche. E poi il polpo è sempre il polpo…”

Appuntamento dunque al Carnevaldarsena dei 50 anni dal 21 al 25 febbraio 2020.

(Visitato 29 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 20-12-2019 16:45