Non sopravvive al Coronavirus, chiude l'asilo nido privato CreaAttivaMente Insieme - Cronaca Viareggio, Top news Versiliatoday.it

Non sopravvive al Coronavirus, chiude l’asilo nido privato CreaAttivaMente Insieme

Il centro zerosei integrato non è sopravvissuto al Coronavirus. Dopo otto anni di sforzi economici e professionali, la titolare annuncia il triste evento.

Crea Attiva Mente Insieme nasceva dal desiderio di creare uno spazio dedicato alle famiglie e ai loro bambini. Progetto ambizioso tanto apprezzato dalla Regione Toscana che ne ha approvato il finanziamento, promuovendolo tra quelli più interessanti del 2012. Testimoniato dalla pubblicazione di un libro che ha raccolto i migliori progetti di quell’anno.

È Stato il primo nido a ottenere l’accreditamento da parte del comune di Viareggio e il primo ad ottenere la certificazione Baby-Signs in Italia: un approccio conosciuto ed applicato per favorire lo sviluppo del linguaggio del bambino. Innovativo anche nella gestione degli inserimenti, proponendo, con successo, il sistema svedese che prevede solo tre giorni per l’ambientamento del bambino. Il primo centro Zerosei privato della Versilia. Una struttura dove veniva utilizzato – oltre all’approccio psicomotorio, secondo Aucouturier – il metodo di Reggio Children. Il progetto educativo era basato sulla documentazione dei processi d’apprendimento dei bambini.

« La professionalità e la qualità della struttura sono state riconosciute anche durante il recente censimento del livello di qualità delle strutture educative toscane. Tutto questo non è bastato per la sua sopravvivenza. Gli aiuti promessi non sono mai arrivati, da qui la soffertissima decisione di staccare la spina – afferma con dispiacere la Dott.ssa Paola Lanfranco, titolare e legale rappresentante dell’asilo, che continua – a rendere ancora più triste e dolorosa questa sentenza è che l’impresa era squisitamente al femminile, proprio quel tipo di attività che lo stato sostiene di voler incoraggiare e tutelare. Mi sento messa da parte da una società che dà sempre più spazio all’imprenditoria maschile lasciando sempre un po’ indietro le esigenze di rivalsa delle donne in carriera.»

Non sarà certamente la sola vittima del Covid 19, purtroppo è solo una fra le tante.

(Visitato 2.104 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 21-07-2020 12:25