Il cyberbullismo, i giovani e la comunicazione online

Il video mortale Tiziana Cantone, 31 anni, è una delle ultime vittime di cyberbullismo. La ragazza si è suicidata martedì 13 settembre 2016 dopo che un video hard che la vedeva protagonista era stato ampiamente diffuso sul Web fin dal 2015, sia su siti per adulti che tramite app per smartphone. Il suo fidanzato, Sergio […]

continua a leggere >


burnout stress da lavoro

Burnout: lo stress da lavoro

Il burnout , anche detto lo stress da lavoro, è uno stato di esaurimento emozionale, mentale e fisico, che si manifesta con sensazioni di oppressione, di “svuotamento” emotivo e di incapacità a soddisfare le richieste lavorative. Se questo stato di stress perdura, la persona che ne è soggetta inizia a perdere l’interesse e la motivazione […]

continua a leggere >


Sindrome della Vittima

Sei vittima della sindrome della vittima?

Premesso che nessuno dovrebbe, per alcuna ragione al mondo, approfittarsi di una persona più debole, maltrattarla o deriderla, è evidente che ci sono alcuni individui maggiormente soggetti a questo tipo di angherie. Magari sono ingenui o effettivamente indifesi e ciò, per qualche oscura e maligna alchimia, scatena i peggiori istinti nei ...

continua a leggere >


comunicazione non verbale

La comunicazione non verbale

  Il famoso psicologo Paul Watzlawick, un grande studioso del linguaggio umano, sosteneva che “non si può non comunicare”. A pensarci bene è effettivamente così: anche il silenzio ha un notevole valore comunicativo. Se mentre sto parlando con una persona mi volto e mi trincero nel mutismo più assoluto, forse non sto comunicando? Anzi: sto ...

continua a leggere >


sindrome di asperger

Cos’è la Sindrome di Asperger e come comprenderne i sintomi

Nel 1944 Hans Asperger, un pediatra di Vienna, pubblicò la sua tesi di dottorato in pedagogia correttiva, nella quale descriveva un gruppo di quattro bambini con caratteristiche peculiari: le loro abilità cognitive, sociali e linguistiche, infatti, si distinguevano particolarmente da quelle dei loro coetanei. In realtà una neurologa russa, Ewa ...

continua a leggere >