FORTE DEI MARMI. L’Unione dei Comuni della Versilia sarà il soggetto cardine per delineare le strategie di area vasta in molte tematiche, in primis sviluppo e turismo.

Il progetto Innolabs, illustrato mercoledì 21 marzo a Forte dei Marmi, in Villa Bertelli, è un concreto esempio di questa dimensione, possibile grazie alla sinergia dei sei comuni, Stazzema, Seravezza, Forte dei Marmi, Camaiore, Massarosa e Pietrasanta, che fanno parte dell’Unione dei Comuni della Versilia.

“Nel convegno Unione 2020 daremo comunicazione degli esiti positivi relativi alla partecipazione dell’Unione della Versilia al progetto “Past in” – spiega il presidente Maurizio Verona- “svolto in partenariato assieme ad altri enti locali della Toscana, Liguria, Sardegna e Corsica relativo alla promozione  del l’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile e alternativa e la diffusione della cultura del risparmio energetico.

La finalità è di sostenere l’attuazione dell’accordo europeo per la lotta contro i cambiamenti climatici nei contesti territoriali ad alto valore paesaggistico localizzati nell’area di cooperazione transfrontaliera interessata dal Programma Europeo di Cooperazione Transfontaliera denominato “P.O Italia-Francia Marittimo”. Con le nuove normative Regionali e Nazionali le Unioni assumeranno il ruolo di coordinamento e di esercizio di  funzioni importanti per le aree vaste.

“Siamo in via di definizione del passaggio della delega del Turismo all’Unione della Versilia”-aggiunge Verona- “e vogliamo gestirla con idee innovative e in sinergia con il territorio, a tal fine abbiamo chiesto  collaborazione all’Università di Pisa che ci metterà a disposizione risorse umane  per la ricerca e lo sviluppo di una politica turistica integrata della Versilia”.

L’Unione aprirà sportelli sul territorio rivolti a categorie economiche, associazioni e amministrazioni locali, per l’informazione e l’assistenza alla progettazione in relazione alle opportunità di finanziamento  in ambito nazionale e comunitario.

“Gli indirizzi sui quali ci muoveremo inizialmente sono volti a sviluppare la Versilia come una grande città “dai confini allargati”- conclude  il presidente dell’Unione- “per un ambiente migliore e per un economia più forte, promuovendo lo sviluppo di politiche giovanili e di genere”.

(Visitato 32 volte, 1 visite oggi)

UNA PROTEZIONE CIVILE PARTECIPATA

PROROGATA LA MOSTRA DEDICATA A MOSES LEVY