VIAREGGIO. “In merito alle ultime dichiarazioni relative ad una eventuale sforbiciata ai conti del Carnevale di Viareggio, la Federazione della Sinistra vuole sottolineare in accordo con la posizione dei carristi che prima di parlare delle voci di bilancio su cui risparmiare, logica vorrebbe che venisse esaminato interamente il bilancio del Carnevale.” Così dichiara Roberto Rossetti, segretario del circolo viareggino di Rifondazione Comunista.

“Il bilancio complessivo della Fondazione è di circa 4,5 milioni di euro: in che modo la Fondazione spende la parte non destinata ai carri che, al di là di iniziative collaterali, pur necessarie, rimangono comunque il cuore della manifestazione? Se c’è da risparmiare è giusto che ogni voce venga ridimensionata, ma non vorremmo che invece si volesse concentrare il ridimensionamento solo sulla cartapesta.

“L’aver portato avanti il Carnevale estivo quanto effettivamente ha pesato? Non si poteva iniziare a risparmiare da quello?

Più volte abbiamo sostenuto in passato come ormai la Fondazione Carnevale abbia esaurito le sue funzioni: basti pensare alla cifra irrisoria di proventi da sponsor che è riuscita a mettere insieme e che invece, insieme alla lotteria che fu, era il principale motivo per cui si diede vita al ‘carrozzone’.

“La gestione Santini del Carnevale di Viareggio ha fatto il paio con la gestione Lunardini del Comune di Viareggio. Lo si può definire un fallimento, senza voler pensare che il ritardo nella consegna dei conti al Commissario sia legato proprio alla volontà di mantenere il più a lungo celato il rendiconto di questo fallimento.

“Detto questo, e quindi ribadito che tutti sono ovviamente chiamati a fare la propria parte nella revisione delle spese, dobbiamo anche sottolineare come la proposta di convocare un tavolo istituzionale sul Carnevale e soprattutto la necessità di portare avanti la pratica che permetta al Carnevale di essere riconosciuto come ‘manifestazione culturale’ che da tempo ormai i carristi portano avanti permetterebbe di ottenere dei finanziamenti tali da alleggerire il contributo delle casse comunali.

“Dire quindi che per mantenere inalterato quel contributo bisogna aumentare l’Imu è solo fare demagogia.

“Il commissario azzeri la Fondazione – sarebbe l’ora – e magari si attivi presso la Regione affinché sia riconosciuto alla nostra manifestazione il valore di richiamo culturale e turistico che essa ha non solo per la città ma anche per l’entroterra toscano – basti vedere le gite organizzate che con l’occasione del Carnevale di Viareggio fanno tappa non solo da noi ma anche a Lucca, Pisa, Firenze e Siena.”

(Visitato 27 volte, 1 visite oggi)

GRIVA (MOV. CITTADINI): “I VIAREGGINI VIVONO OGNI NOTTE NEL TERRORE”

DAVID MARCUCCI (PDL): “IL SUCCESSO DELL’OPERAZIONE BERTOLA È BEN VISIBILE NEL SUO MISERO RISULTATO ELETTORALE”