VIAREGGIO. Il consiglio di amministrazione della Viareggio Porto SpA, riunitosi oggi martedì 30 luglio presso il Comune di Viareggio, ha provveduto all’elezione del suo presidente: si tratta di Giovanni Giannerini, ex segretario comunale del Pd.

Viareggino, 64 anni, laureato in fisica, Giannerini ha ricoperto gli incarichi di dirigente della Confederazione Italiana Agricoltori, dirigente dell’Istituto Regionale Agricolo di Assistenza Tecnica IRAAT e segretario provinciale della Associazione Artigiani CNA di Lucca. Dal 1993 al 2005 è stato segretario nazionale della Associazione Imprenditori Lapidei, Marmo e Affini (ILMA) della CNA, contribuendo alla stipula del primo contratto nazionale di lavoro per le imprese artigiane del lapideo, mentre dal 2003 al 2007 ha svolto la funzione di coordinatore nazionale della Agenzia per il Recupero del Patrimonio edilizio e Architettonico (ARPEA) della CNA.

Dal 1997 al 2001 ha svolto l’incarico di amministratore delegato della Progetti s.r.l., società per la gestione della sicurezza nelle imprese della CNA; dal 1999 al 2001 è stato amministratore delegato della Versilia Sviluppo S.p.A. Dal 1975 al 1988 è stato anche consigliere comunale del Comune di Viareggio, mentre nel 2008 ha iniziato la collaborazione con l’ Ente per la Normazione Unificata Italiana, con il quale ha contribuito a redigere la norma “Sicurezza della società e del cittadino – Linee Guida per elaborare accordi di partenariato” definitivamente approvata e in via di pubblicazione, e della norma ISO TC 223 N 412 “Societal security – Guideline for establishing cooperation agreements” in corso di approvazione. Infine, nel 2012 ha partecipato alla redazione dello Studio di fattibilità per lo sviluppo del piano di sicurezza coordinatodel porto commerciale di La Spezia.

A Giannerini è stato altresì affidato l’incarico di amministratore delegato. I compensi annui, fissati dall’assemblea dei soci, ammontano a 26.667 euro lordi per le funzioni di presidente e amministratore delegato, e a 1.333 lordi per i quattro membri del consiglio di amministrazione – a questi sarà applicata una detrazione del 10%, come previsto dal Dl 78/2010 – per un totale di circa 32mila euro, a fronte del complessivo di 43.850 euro della precedente gestione.

(Visitato 80 volte, 1 visite oggi)

Sequestrati due locali in Darsena. Betti: “Rispettiamo le norme ma tuteliamo anche l’economia della città”

Confesercenti chiede alla Regione la convocazione degli Stati Generali di commercio e turismo