VIAREGGIO. “Mi rivolgo al segretario provinciale Chiriaco e al responsabile di zona Bindocci per esprimere loro i miei sentimenti di profonda indignazione per quanto è avvenuto e sta avvenendo in Cgil, nella nostra Cgil”. Così scrive Cristina Boncompagni, esponente viareggina di Sel, in una lettera.

“Sì, nostra, perchè io sono iscritta dal 1972, sono stata molto attiva in passato nella Cgil Scuola e, anche se oggi sono più impegnata in altri luoghi politici della sinistra, conservo un senso di appartenenza molto forte al mio sindacato. Vorrei continuare ad essere orgogliosa di tale appartenenza che oggi è stata ferita da quanto si è verificato al Congresso nazionale nei confronti dei familiari delle vittime del 29 giugno e da comportamenti congressuali e post che poco hanno a che fare con i valori fondanti della Cgil.

“La Cgil non può invitare al suo congresso Mauro Moretti e impedire la parola ai rappresentanti del dolore, dell’atroce ingiustizia del 29 giugno. La Cgil non può fare un congresso escludendo dalle sue assemblee gli iscritti che rappresentano posizioni diverse da quelle della Maggioranza.

“La Cgil non può estromettere un compagno come Andrea Antonioli dal suo direttivo, perchè ne va della sua connotazione democratica. Le motivazioni dell’esclusione di Antonioli sono inaccettabili: in realtà si vuole solo escludere il dissenso, e questo rende irriconoscibile la Cgil che oltretutto non si può permettere, nel momento in cui è sottoposta a un attacco senza precedenti, di perdere nessuna risorsa, figuriamoci quella preziosa rappresentata dalle capacità e dalle competenze di Antonioli.

“Spero che la vocazione suicida della sinistra non abbia contagiato anche il sindacato, spero invece che prevalga la ragione di quelli, e siamo tanti, che vogliono far crescere la coscienza libera del sindacato ed il suo peso politico necessario per il progresso sociale e democratico di questo paese.

“Chiedo alla Cgil di reintegrare immediatamente Antonioli nel direttivo provinciale”.

(Visitato 41 volte, 1 visite oggi)
TAG:
andrea antonioli cgil cristina boncompagni sel viareggio

ultimo aggiornamento: 22-05-2014


“Non accetteremo più rinvii per il consiglio comunale sulle antenne di telefonia mobile”

La Giovane Italia pubblica “DiBettiti”, un altro libro che prende di mira la giunta Betti