Negli oltre cinquemila disegni di bambini da 81 Paesi del mondo, c’è la fantasia luminosa di chi vive al sicuro e quella di chi ha già visto la guerra e trasferisce sulla carta il colore tetro delle bombe e della morte.

La mostra “I colori per la pace”, organizzata dall’associazione ‘Colori per la pace’, rilancia i sogni e le aspirazioni dei bambini di tutto il mondo: i disegni raccolti saranno esposti in una esposizione transcontinentale, ospitata in due parti non casuali del mondo, Sant’Anna di Stazzema e Rio de Janeiro. Aprirà venerdì 12 agosto, nell’anniversario dell’eccidio di Sant’Anna, in contemporanea: alle 17 ora italiana, le 12 in Brasile. Sarà visitabile nel Parco nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema e a Rio de Janeiro, all’Istituto di cultura italiana e al Centro educativo di Rocinha, la favela più grande di Rio. Una esposizione verrà inoltre organizzata anche nella sede distaccata dell’Istituto di cultura Italiana di Niteroi.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina a palazzo Panciatichi. All’incontro con i giornalisti, hanno preso parte il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, il curatore della mostra Antonio Giannelli, il vicesindaco di Stazzema Egidio Pelagatti e Bernard Dika, giovane presidente del Parlamento degli studenti della Toscana. Il presidente nazionale del Coni, Giovanni Malagò, ha inviato una lettera: “Credo che la seconda edizione di questo progetto universale costituisca l’occasione per diffondere gli ideali che ci ispirano quotidianamente, da diffondere per perseguire il traguardo il più importante, conquistando il podio che conta in nome della pace”.
Anche quest’anno “I colori per la pace” sarà quindi un grande evento. Tra i disegni arrivati di recente, quelli dei bambini incontrati nei mesi scorsi nel campo profughi di Idomeni e quelli dal Burkina Faso, fatti da chi aveva ancora negli occhi il massacro di Ouagadougou, nel gennaio di quest’anno.

La prima edizione, nel 2015, aveva mosso il primo passo all’Expo, poi è passata anche dal Consiglio regionale della Toscana, ha raccolto oltre 8mila visitatori in Romania, è stata al Pontificio istituto missioni estere di Milano. Quest’anno si riparte dall’Olimpiade. “Abbiamo appena visto la cerimonia inaugurale di quello che è un grande evento di pace – dice il presidente dell’Assemblea toscana, Eugenio Giani –. Questi disegni ci fanno vedere come i bambini nel mondo vivono e pensano la pace, e come, quando attraversano la terribile esperienza della guerra, ce la rappresentano nei loro disegni. È il desiderio, il bisogno di pace, l’aspirazione ad una vita pacifica che ci arriva da tutti questi disegni dei bambini”.

In esposizione ci saranno i disegni provenienti da ogni angolo della Terra e da tutti i continenti. La manifestazione ha il patrocinio del Coni e grazie all’interessamento della Federazione italiana di scherma, Valentina Vezzali, l’atleta italiana più medagliata di sempre, farà da testimonial all’evento.

(Visitato 317 volte, 1 visite oggi)
TAG:
bambini olimpiadi rio de janeiro Stazzema

ultimo aggiornamento: 06-08-2016


Scatta l’allerta meteo per temporali e rischio idrogeologico

Sei incendi in poche ore in Toscana