La primavera è ormai arrivata. È tempo di organizzare passeggiate nella natura. Una delle possibilità e particolarità che la Versilia offre, per esperti e appassionati, è la via Francigena. Noi di Destinazione Terra vi proponiamo due percorsi alla scoperta del nostro territorio, proprio sui passi dell’antico percorso che portava i pellegrini a Roma.

Breve storia della via Francigena

L’antico percorso, segnalato già dall’anno 1000,  portava i pellegrini  dal nord Europa fino alla “città eterna”. Dall’Inghilterra attraversava la Francia fino a passare le Alpi e giungere nel Bel Paese. Un migliaio di kilometri (solo in Italia) tra le città e i borghi antichi. Un viaggio tra natura, storia ed arte. Un viaggio spirituale e psicologico, che passo dopo passo sapeva, e sa, emozionare.

La via Francigena oggi

La via Francigena è divisa in tappe, più o meno lunghe e faticose. Alcuni tratti sono ulteriormente suddivisi in piccoli sentieri. Oggi la Francigena è un’opportunità turistica che molte regioni e   comuni stanno cominciando (lentamente) a riscoprire e promuovere. Molti gli interventi di rifacimento delle strade, recupero degli antichi sentieri, predisposizione di alloggi e ostelli e molto altro.

Esiste un sito ufficiale della Via Francigena. Qui è possibile trovare tutto ciò che c’è da sapere per intraprendere il cammino. Si può fare a piedi o in bicicletta e, in base alle esigenze, scegliere e strutturare il percorso. Tra percorsi di montagna, mulattiere, strade nei campi, viottoli, strade principali e secondarie. Dai selciati medievali alla  via Cassia, fino ai “sanpietrini” di Roma, il cammino si snoda sulle più antiche e naturali strade d’Italia.

Il sito della via Francigena avverte: “il percorso ufficiale è quello più sicuro, facile, privo di difficoltà tecniche. Accuratamente studiato per essere percorso da tutti e a tutte le età.”

Il percorso dei pellegrini in Versilia

Come detto, noi di Destinazione Terra, in questo nuovo articolo vogliamo proporvi uno dei tratti sicuramente tra i più suggestivi di tutto il cammino per Roma. La traversata della Versilia.

Dai suoi orizzonti sul Tirreno ai panorami sulle colline, passando per le città d’arte.

Per ammirare i paesaggi della Versilia, ma anche oltre, il sito ufficiale della via Francigena suddivide il percorso in due tappe. Da Massa a Camaiore e da Camaiore a Lucca.

Tappa 26: Massa – Camaiore

Per compiere questa prima impresa, la partenza è individuata nella piazza del Duomo di Massa. Camminando o pedalando per 25.9 km, l’arrivo è in Piazza Diaz a Camaiore. Sul cammino si attraversa Pietrasanta, che si incontra prima di proseguire in un saliscendi tra le colline camaioresi. Un ultimo tratto porta dritto al centro storico e alla sua antica Badia di Camaiore.

 

Qui la mappa i dettagli della tappa Massa – Camaiore.

 Tappa 27: Camaiore – Lucca

Via francigena camaiore luccaCon questa tappa, il percorso prosegue in direzione Lucca. Partendo dalla piazza del Duomo di Camaiore e percorrendo 23.8 km, verso una salita per Monte Magno per giungere alla Casa del Pellegrino di Val Promaro. Attraversata Massarosa, si continua verso la meta. Passato il Serchio a Ponte San Pietro, il traguardo è la chiesa di San Michele di Lucca.

Qui la mappa i dettagli della tappa Camaiore – Lucca.

 

Di recente, grazie all’impegno dell’amministrazione comunale di Camaiore, la ventisettesima tappa è tornata ad essere Camaiore – Lucca. In questo modo è stato rispettato lo storico itinerario di Sigerico che riportava l’indicazione “XXVII Campmaior”. Oggi Camaiore è ufficialmente riconosciuta e segnalata dall’Associazione Europea delle Vie Francigene.

Antichi sentieri e nuove tecnologie

Oggi, percorrere la via  per Roma è sicuro. I tratti sono correttamente mappati e segnati, ma le nuove tecnologie possono ulteriormente aiutare ad organizzare una perfetta passeggiata sulla via Francigena.

Esiste un’applicazione per smartphone (gratuita) della via Francigena dove, con tutte le tappe, i percorsi e le info utili, permette di preparare in tranquillità il cammino, vedendo dove dormire, dove mangiare e tutto quello che c’è da sapere.

Inoltre, Google mette a disposizione un ulteriore servizio. Grazie alle ultime tecnologie è stato possibile mappare con Google Street View il tratto toscano della via Francigena. Toscana Promozione Turistica, ed escursionisti con lo zaino Trekker, hanno percorso il tratto toscano, così da poterlo percorrere virtualmente e comodamente per evitare sorprese. [Gallery]]

Un’opportunità turistica spesso sottovalutata

Quest’ultimo progetto, come molti altri, rientra in un progetto più ampio improntato sul turismo sostenibile, in cui la Toscana si sta impegnando da tempo.

Negli ultimi anni è riemersa la volontà di far leva sulla via Francigena come grande opportunità turistica a livello internazionale. Promozione e valorizzazione  della via Francigena toscana, ma anche in tutt’Italia, significa migliorare l’accessibilità e la fruibilità, per garantire quanti più servizi correlati possibili.

I lavori sono ancora molti, le idee ci sono, le tecnologie non mancano. I territori interessati da questo percorso hanno ancora molta strada da fare. L’auspicio è quello di arrivare alla creazione di un sistema omogeneo e completamente funzionante, che sappia sfruttare al meglio questa ricchezza e particolarità del nostro territorio, molto spesso sottovalutato.

Noi di Destinazione Terra riteniamo  che con l’impegno di tutti (cittadini, enti ed istituzioni) il territorio possa essere rilanciato. Perché al di là dei soliti campanilismi e “divisioni” comunali, c’è una terra, che è di tutti, ricca di particolarità e opportunità uniche che aspetta di essere scoperta.

 

(Visitato 1.661 volte, 1 visite oggi)

Il caso Sacco e Vanzetti a Villa Argentina

Cacciucco di Pollo