Ancora una mattinata di emergenze per la Guardia Costiera di Viareggio.

Verso le 10.00 una signora di Viareggio ha segnalato alla sala operativa una ragazza in difficoltà a rientrare a riva presso la Marina di Levante, all’altezza del Muraglione. La ragazza, una studentessa di 20 anni, residente a Camaiore, si era allontanata da sola a nuoto fino oltre le boe di segnalazione dei 300 metri per recuperare la sorellina a bordo di un piccolo canotto, spinto verso il largo dalle correnti e dal vento di terra. Sul posto in pochi minuti la motovedetta di guardia CP 813 e gli assistenti ai bagnanti con un patino, per assistere la ragazza, la quale, fortunatamente, è riuscita a riguadagnare la riva autonomamente.

Poco dopo una richiesta d’aiuto è pervenuta da una barca a vela di 12 metri, con a bordo due adulti, partiti da La Spezia e diretti a Castiglioncello (LI). Il motore era in avaria a circa 5 miglia al largo davanti Lido di Camaiore, ed il vento presente in zona non consentiva di navigare a vela. La motovedetta della Guardia Costiera ha raggiunto l’unità e rassicurato gli occupanti, prestando quindi assistenza fino al rientro in sicurezza nel porto di Viareggio. Sono tuttora in corso gli accertamenti tecnici di rito per risalire alle cause dell’accaduto.

Per ogni emergenza in mare e sulle spiagge contattare il numero blu gratuito 1530 della Guardia Costiera.

 

(Visitato 1.007 volte, 5 visite oggi)

Lascia un commento