Foto di Letizia Tassinari
“In un momento in cui Viareggio si trova al centro di una spirale quotidiana di violenza, aggressioni e reati – non dimentichiamo che negli ultimi 10 giorni abbiamo avuto la rapina del 31 gennaio in via Mazzini ai danni di un commerciante e della sua attivita’, la mattonata in testa al poliziotto del 6 febbraio in pineta di ponente, i calci ed i pugni del 7 febbraio alla signora che scendeva di macchina in via Gioberti e l’aggressione del 10 febbraio all’autista del bus in Piazza D’azeglio – la notizia che l’arresto del nordafricano che ha aggredito la donna pochi giorni fa non sia stato confermato dal Gip di Lucca e’ decisamente sconfortante”.
Cosi’ intervengono  i consiglieri  della Lega.
“Sia chiaro, abbiamo rispetto della magistratura, tanto piu’ che il provvedimento e’ assunto contro una richiesta proveniente da altro magistrato, il P.M. appunto che, peraltro, pare sia intenzionato ad impugnarlo.
Pero’ e’ davvero incomprensibile, ingiusto e mortificante per le vittime, per la comunità e per le Forze dell’Ordine, che si possa prendere a calci e pugni i cittadini, mandarli all’ospedale e non essere messi in galera.
La rabbia di ognuno di noi di fronte a provvedimenti di questo tipo e’ tanto grande quanto giustificata.
Figuriamoci Carabinieri e Polizia che rischiano la vita tutti i giorni per arrestare i delinquenti e poi se li vedono a piede libero il giorno dopo a causa di interpretazioni normative troppo garantiste.
Per fortuna il Governo, e la Lega in particolare, stanno mettendo mano all’impianto legislativo penale, provvedendo a modificarlo in senso restrittivo come dimostra l’imminente approvazione della legge sulla legittima difesa, fortemente voluta da Matteo Salvini”.
“Ad ogni modo, nei prossimi giorni – continuano i Consiglieri Comunali leghisti – stante la situazione, daremo avvio ad una serie di incontri in citta’, a cominciare dai rappresentanti delle categorie economiche, per confrontarci con il tessuto sociale del territorio in ordine a questa gravissima situazione che vivono Viareggio e Torre del Lago, ascoltando i cittadini, le famiglie e le imprese in merito alle carenze dell’attuale Amministrazione Del Ghingaro il cui unico impegno pare essere quello di seguire il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, sostenendo e favorendo l’accoglienza degli extracomunitari ed opponendosi al Decreto Sicurezza di Matteo Salvini che, dopo aver ridotto gli sbarchi del 95,73%, sta contrastando con efficacia le politiche di sostegno agli immigrati tanto care al PD ed ai loro succedanei fac-simile come il Sindaco di Viareggio”.
(Visitato 470 volte, 1 visite oggi)