Sabato 16 ottobre 2021 alle ore 9:30, presso il Palazzo della Cultura di Cardoso sarà presentato il progetto di ricerca MOVING (Valorizzazione della Montagna attraverso l’Interconnessione e la crescita Green) realizzato da un gruppo di 23 partner (tra i quali  UNIPI – Università degli Studi di Pisa ) coordinati dall’Universidad Nacional de Córdoba (Oficial). Il progetto, che si inquadra nel programma europeo di ricerca Horizon 2020, ha lo scopo di costruire capacità e co-sviluppare un quadro di interventi capace di creare nuove catene del valore (o rafforzarne alcune già presenti) che contribuiscano alla resilienza ed alla sostenibilità delle aree montane europee, valorizzando le risorse locali e supportando la loro capacità di fornire prodotti e beni pubblici. 

Accanto alla costruzione di un quadro teorico di riferimento ed alla ricognizione dell’uso del suolo e delle filiere presenti in queste aree, MOVING intende analizzare in profondità la vulnerabilità e le filiere produttive di 23 aree rappresentative della diversità che caratterizza le montagne europee, al fine di mettere a punto strategie partecipative e politiche di intervento specifiche per le aree in questione. Questo approfondimento si basa su un approccio “multi-actor”, mediante la costruzione di un’interfaccia tra cittadini, imprese, istituzioni e ricercatori. L’area prescelta per tale approfondimento è il Nord della Toscana, un’area che, al pari altre zone montane, presenta diversi elementi di fragilità, ma anche importanti risorse e tradizioni produttive, in particolare, ma non solo, nel settore castanicolo. In questa direzione l’incontro, oltre a presentare il progetto, intende consolidare la Piattaforma Multi-attore (MAP), costituita durante il primo incontro svoltosi on line il 16 Giugno.

La giornata di presentazione al Palazzo della Cultura di Stazzema vedrà i saluti del Sindaco di Stazzema Maurizio Verona, a seguire gli interventi di Gianluca Brunori dell’Università di Pisa, Massimo Giambastiani Presidente dell’Associazione Castanicoltori della Lucchesia, Marina Lauri di Anci Toscana, Pamela Giani del Consorzio Bonifica Toscana Nord.  A moderare l’incontro Francesco Felici e Michele Moretti, ricercatori presso l’Università di Pisa.

(Visitato 42 volte, 1 visite oggi)

Viareggio, rinfoltimento della Macchia Lucchese per ottenere luogo di biodiversità

“Randagi” [recensione libro]