Sesta puntata con la storia del Festival di Burlamacco, il concorso di canzoni di Carnevale.

Quando, nell’estate del 2011, i Carnevalari gettano le basi per la sesta edizione del Festival di Burlamacco, nessuno può minimamente prevedere cosa accadrà nei mesi successivi. Nessuno lo sa ancora, ma il movimento sta per scrivere una (bella) pagina di storia della musica viareggina e del Carnevale.

Ancora una volta un’apposita giuria tecnica – ne fanno parte Francesco Venuto, Marco Simeone e Alessandro Bonuccelli – decide di selezionare 12 delle 17 canzoni presentate prima della scadenza del bando di concorso. E questo non perché alcune non siano meritevoli, ma per far sì che la scaletta delle due serate in programma al Teatro Jenco – venerdì 27 e sabato 28 gennaio – abbia tempi ragionevoli.

Se è vero che il 2012 è l’anno della fine del mondo, il Festival si appresta a esserne una logica conseguenza: non mancano sorprese, novità e colpi di scena. A fianco del confermato premio speciale in memoria di Pierino Ghilarducci per la miglior interpretazione carnevalesca se ne aggiunge un altro dedicato a Tony Filippini, di cui ricorre il ventennale dalla scomparsa: realizzato da Andrea De Angeli, sarà assegnato da una giuria composta da giovani cantanti ed esperti musicali al miglior cantante del Festival.

A proposito di giurie, in un primo momento a presiedere quella che eleggerà la canzone vincitrice è Alessandro Foti, musicista e compositore legato al mondo della canzonetta e del Carnevale che tuttavia rinuncia: lo sostituisce Massimo D’Alessandro. E non è tutto: per volontà della Fondazione Carnevale – e, in particolare, del vicepresidente del consiglio d’indirizzo Renzo Pieraccini – chi trionferà al Festival di Burlamacco sfiderà al Teatro Politeama il vincitore del Festival dei Rioni per contendersi il titolo di nuova canzone ufficiale del Carnevale.

Ascolta le canzoni del Festival di Burlamacco 2012

Novità anche nella conduzione delle due serate: al fianco degli ormai storici presentatori Luca Bonuccelli e Andrea Paci saliranno sul palco Leonardo Dati, Simone Casani – figlio dell’indimenticato Enrico – e Federica Michetti. Tutti e quattro hanno voluto omaggiare Burlamacco utilizzando sulle loro cartelline l’immagine di una cartolina realizzata da Paolo Mazzei di Fotomania. Confermato, poi, il corpo di ballo coordinato da Chiara Cinquini e composto dalla stessa Federica Michetti e da Ilaria Vendettelli, Giulia Franzese e Chiara Lombardi.

Lo spettacolo, intanto, si assicura ancora una volta un sabato sera da tutto esaurito. Non c’è dunque nemmeno una poltrocina libera per vedere un cantante in particolare trionfare per la seconda volta in carriera al pari di Matteo Cima: è Daniele Biagini, autore e interprete di “Canta”. La canzone si aggiudica pure il premio popolare Pierino Ghilarducci, attribuito dal pubblico in sala nella serata del venerdì. Al secondo posto “Scopri il Carnevale”, scritta da Alessandro Casini ed eseguita da Cinzia Zaccaria, mentre la coppia Lorenzo Biagini-Andrea De Nisco è terza con “Questa notte” sulla musica composta da Massimo Domenici. Il premio Tony Filippini, infine, va a Daniele Toscano.

Tutto finito? Macché. Il prossimo appuntamento da circoletto rosso sul calendario è per il 3 febbraio al Teatro Politeama per il Festival dei Rioni: Daniele Biagini è in attesa di conoscere il cantante – o i cantanti – da sfidare per entrare nell’albo d’oro delle canzoni ufficiali del Carnevale. Per l’intero movimento dei Carnevalari è già una soddisfazione essere lì e vedersi riconosciuti i meriti di tutto il lavoro svolto negli anni addietro.

Ma quello del Carnevale, si sa, è anche un mondo di sogni che almeno per una volta prendono vita. Finisce come in una meravigliosa favola: vince Daniele Biagini. Il Festival di Burlamacco elegge la canzone ufficiale del Carnevale. Impensabile fino a pochi mesi fa.

Carnevale il tuo pensiero vola
Carnevale ci farai sognar
Suona la tua musica
E più l’ascolti e più ti prenderà
Carnevale il mio pensiero vola
Carnevale mi farai sognar
Canta la tua musica
È certo che la tua Viareggio ti amerà

Leggi anche:
La storia del Festival di Burlamacco: 2007
La storia del Festival di Burlamacco: 2008
La storia del Festival di Burlamacco: 2009
La storia del Festival di Burlamacco: 2010
La storia del Festival di Burlamacco: 2011

(si ringrazia Luca Bonuccelli per le foto)

(Visitato 670 volte, 1 visite oggi)

La storia del Festival di Burlamacco: 2011

Sgarbi ospite al Carnevale di Viareggio 2016