Certi amori non finiscono avrebbe cantato Venditti. Giulio Silva torna a Massa. Attaccante classe ’86 e 190 cm, nato di Parma, Giulio torna a vestire la casacca della Pallavolo Massa per la terza volta. “Insomma, Giulio è già uno di noi ed il fatto che ritorni dopo aver disputato tre stagioni da protagonista in A2 dimostra non solo la stima che Massa ha sempre avuto in lui come giocatore e prima ancora come uomo, ma anche l’affetto e la stima che Silva ha conservato nel cuore in tutti questi anni per Massa e per il suo progetto” – si legge nel comunicato stampa.  Di seguito le sue prime dichiarazioni.
Allora Giulio benvenuto alla tua terza volta a Massa?
“Come si dice? Non c’è due senza tre e quindi eccomi qua. Sono molto felice perché se torno per la terza volta, voluto espressamente dalla società, vuol dire che c’è una stima reciproca importante”.
Torni nonostante l’ultima tua apparizione a Massa non fosse stata segnata da molta fortuna per te e per la squadra. C’è anche un po’ di voglia di rivincita in questo tuo ritorno?“Dal punto di vista personale ricordo quella stagione come una buona stagione. Per la squadra però fu senza dubbio un’annata che non portò alla promozione e che fu molto sfortunata perché contrassegnata dagli infortuni miei, di Muzio e Lazzeroni che incisero pesantemente sul risultato finale. Era tornato a Massa per riportarla in Serie A e non ci riuscì. La delusione finale fu tanta ed alla fine fu anche per quello, per l’amarezza di quella stagione, che a fine anno decisi di provare un’altra avventura”. 
Torni a Massa dopo un’esperienza importante a Reggio Emilia. “A Reggio ho vissuto due stagioni bellissime. Nella prima abbiamo iniziato con grandi difficoltà per poi però raggiungere le semifinali promozione, sfiorando l’accesso alla finale. Nella seconda stagione abbiamo ugualmente fatto molto bene. Insomma, sono venuto via perché era terminato un ciclo ma sono stato davvero bene in quella società ed auguro a loro tutto il bene possibile e di far bene anche la prossima stagione, magari non contro di noi”.
Sbaglia chi dice che rispetto alle prime due esperienze con Massa oggi arrivi con qualcosa in più. Cioè oggi ci arrivi da giocatore cresciuto, completo e maturo?
“La prima volta ero un giovane in ascesa, la seconda invece ero tornato pur in B2 perché volevo mettermi alla prova come leader, come giocatore importante di uno spogliatoio importante e con grandi ambizioni e credo che quella seconda esperienza mi sia servita moltissimo. L’infortunio, la sfortuna complessiva della squadra mi hanno formato moltissimo. Adesso torno dopo aver giocato a Tuscania e Reggio, con un bel bagaglio d’esperienza ed avendo dimostrato di poter stare in A2 da protagonista. Sui 28/30 anni oggi un giocatore può essere all’apice della sua maturità agonistica e della forma fisica e quindi, per tornare alla tua domanda, penso che ci sia un fondo di verità in quello che mi chiedevi”. 
Hai giocato a Camaiore ed adesso giocherai a La Spezia. Che il 2018 sia la volta buona per tornare a Massa?
“Quando sono venuto qua la prima volta già pensavamo di tornare a giocare in città l’anno seguente. Abbiamo visto tutti com’è andata e quindi meglio non fare programmi. Certo la speranza c’è anche perché la società ed Italo Vullo in particolare lo meritano per tutto quello che hanno fatto in questi anni”.
La scheda di Giulio Silva (Parma, 03/10/1986)
2015-17 Conad Reggio Emilia (A2)
2014-15  Tuscania (A2)
2013-2014 WTS Pall. Massa (B2)
2011-13 Crema (B2)
2010-11 Quasar Massa (B1)
2008-10 Samgas Crema (A2)
2007-08 Volley Caluso (B1)
2006-07 Pall. Parabiago (B1)
2005-06 Villadoro Modena (B1)
2004-05 Copra Piacenza (Giovanile)
(Visitato 111 volte, 1 visite oggi)
TAG:
giulio silva italo vullo massa pallavolo pallavolo massa

ultimo aggiornamento: 05-07-2017


La Pallavolo Massa si prepara alla A2

Pallavolo Massa, al centro arriva Augusto Quarta