Foto Simone Pierotti

VIAREGGIO. Per almeno un’ora di gioco gli spettatori (pochi, ma questa è una triste e abituale nota) presenti ai “Pini” non hanno fatto altro che stropicciarsi gli occhi.

Un Viareggio bello quasi da non crederci, capace nel primo tempo di creare l’impossibile, senza finalizzarlo, salvo poi andare due volte in gol in meno di tre lancette d’orologio.

Ma le bollicine hanno lasciato spazio ad una paura silenziosa, ai limiti dell’angosciante, quando la Paganese ha riaperto il match nel cuore della ripresa con Scarpa.

Sofferenza per quasi mezz’ora ed una scarica di adrenalina quando l’arbitro ha fischiato la fine. I bianconeri non steccano dunque alla prima, a differenza delle ultime tre stagioni, dove non erano andati oltre un pari e due sconfitte.

Non ci sono particolari scossoni in avvio di gara: quelli arriveranno dal 10′ in poi. Maltese dimostra di essere un aspirante campione, cercando con personalità la porta, ma trovando sempre l’opposizione di Robertiello. A Magnaghi e Calamai non va molto meglio, ma in questo caso la colpa è anche dell’imprecisione al momento del tiro.

La Paganese si trova costantemente spalle al muro, ma riesce a resistere, almeno fino al 40′: il Viareggio la gara la sblocca su calcio da fermo, con Maltese che crossa in mezzo da sinistra e Sorbo di testa incrocia sul palo lontano, per un gol che sa tanto di liberazione.

Un paio di minuti dopo Magnaghi decide che è arrivato il momento di far prevalere la follia su tutto il resto, lasciando rimbalzare il pallone e scagliando un destro terrificante che va a finire in rete senza dare scampo al portiere ospite.

All’intervallo i tifosi si guardano attorno, quasi increduli per una prestazione così scintillante dei bianconeri, che però nel secondo tempo subiscono il ritorno della Paganese: al 20′ Sorbo colpisce il pallone con la mano in area con conseguente rigore per gli azzurrostellati. Gazzoli si oppone come ottimamente a Scarpa, che però sulla ribattuta accorcia le distanze.

De Vena e Pizza si divorano letteralmente le chance per chiudere i giochi, poi la Paganese nell’arrembaggio finale provoca solo fumo, ma niente arrosto.

E il Viareggio fa festa, con chi crede al progetto e chi pensa che la fede sia più importante di ogni cosa. Anche di chi rema contro, quando non ne avrebbe motivo.

VIAREGGIO-PAGANESE 2-1

VIAREGGIO (3-5-2): Gazzoli; Carnesalini, Fiale (46′ st Trocar), Sorbo; Pellegrini (44′ st Conson), Pizza, Maltese, Calamai, Guerra; De Vena, Magnaghi. (Furlan, Mannini, Gemignani, Sandrini, Gerevini). All. Cuoghi.

PAGANESE (4-4-2): Robertiello; Calvarese, Pepe, Fernandez, Agresta (40′ st Neglia); Ciarcià (12′ st Tortori), Franco, Soligo, Scarpa; Orlando (18′ st Girardi), Fava. (Pergamena, Pastore, Nunzella, Romondini). All. Grassadonia.

Arbitro: Bindoni di Venezia. (De Troia di Termoli e Favia di Bari).

Reti: 40′ pt Sorbo, 42′ pt Magnaghi, 20′ st Scarpa.

Note: 600 spettatori circa. Ammoniti Sorbo, De Vena, Magnaghi (Viareggio), Franco, Soligo (Paganese). Angoli 6-3. Recuperi 0′ pt, 4′ st.

Leggi le pagelle di Viareggio-Paganese
Leggi l’intervista a Stefano Cuoghi
Leggi l’intervista a Stefano Dinelli
Leggi l’intervista a Beppe Vannucchi
Leggi l’intervista a Simone Magnaghi
Leggi l’intervista a Matteo Calamai
Leggi l’intervista a Federico Sorbo
Leggi l’intervista a Kevin Trocar
Leggi l’intervista a Gianluca Grassadonia
Guarda la fotogallery della partita

(Visitato 32 volte, 1 visite oggi)
TAG:
calcio cuoghi lega pro magnaghi paganese prima divisione scarpa sorbo viareggio

ultimo aggiornamento: 02-09-2012


CALCIO, PRIMA DIVISIONE: VIAREGGIO-PAGANESE 2-1

CALCIO, PRIMA DIVISIONE: LE PAGELLE DI VIAREGGIO-PAGANESE