IL GOL DI BENEDETTI È UNA BOCCATA D'OSSIGENO PER IL VIAREGGIO. TRE PASSI VERSO LA SALVEZZA A SPESE DEL PERUGIA - Sport, Top news Versiliatoday.it

IL GOL DI BENEDETTI È UNA BOCCATA D’OSSIGENO PER IL VIAREGGIO. TRE PASSI VERSO LA SALVEZZA A SPESE DEL PERUGIA

VIAREGGIO. Una boccata d’ossigeno a pieni polmoni in mezzo ad una gara vissuta in costante apnea, sapendo che prima di tutto bisognava difendere e poi, quando possibile, attaccare.

Il colpo di testa vincente di Benedetti su cross di Pellegrini al 27′ della ripresa arriva all’improvviso, in uno dei pochi momenti in cui il Perugia ha palesato le debolezze del proprio reparto difensivo. Tanto basta al Viareggio per riprendersi quei tre punti che gli mancavano da quasi due mesi, ravvivando le speranze di salvezza diretta, complice il passo falso casalingo del Prato nel derby toscano col Pisa.

Cuoghi conferma Pizza in difesa, ripropone Crescenzi dopo un lungo periodo di assenza, avanza Fiale a centrocampo e preferisce Paparelli al match-winner di giornata, Benedetti.

Il Perugia ha dalla sua la spinta di un pubblico splendido, che sostiene con calore i propri beniamini, senza eccedere mai. In più c’è la forza di un organico che, in quanto a livelli assoluti, è nettamente superiore. Ciofani, specie nel primo tempo, si fa vivo diverse volte dalle parte di Gazzoli, impegnandolo severamente con un colpo di testa al 27′. C’è pure spazio per un diagonale largo di poco di Nicco dieci minuti dopo.

Ha qualche difficoltà di troppo il Viareggio nelle ripartenze, specie perché in certi frangenti rimane troppo schiacciato. Ma dopo nuove sfuriate offensive del Perugia, al 27′ della ripresa ecco il gol che fa saltare il banco, con Pellegrini che cerca il fondo, mette in mezzo e Benedetti – entrato al posto di Paparelli – anticipa Koprivec con la palla che finisce in rete.

Si torna al solito canovaccio di sempre: gli ospiti attaccano con un Fabinho scatenato (rimasto anche fuori dal campo per qualche minuto dopo uno scontro con Sandrini), ma le tante mischie non producono il gol del pareggio. Soffre fino alla fine il Viareggio, che dopo sei minuti di recupero può tirare un grosso sospiro di sollievo. Il Perugia dice addio ai sogni di primato, mettendo nel mirino, a questo punto, il secondo posto.

VIAREGGIO-PERUGIA 1-0

VIAREGGIO (3-5-2): Gazzoli; Crescenzi, Pizza, Trocar; Pellegrini, Maltese (38′ st Peverelli), Fiale, Calamai (25′ st Sandrini), Martella; Paparelli (10′ st Benedetti), Magnaghi. (Furlan, Conson, Tomas, Guerra). All. Cuoghi.

PERUGIA (4-3-3): Koprivec, Cangi (15′ st Moscati), Russo, Massoni (29′ st Giani), Liviero; Dettori (25′ st Rantier), Esposito, Nicco; Politano, Ciofani, Fabinho. (Pinti, Giani, Italiano, Clemente, Tozzi Borsoi). All. Camplone.

Arbitro: Ghersini di Genova.

Rete: 27′ st Benedetti.

Note: 2500 spettatori circa. Ammoniti Calamai, Pellegrini, Trocar (Viareggio), Nicco, Esposito (Perugia). Angoli 9-12. Recuperi 1′ pt, 6′ st.

Leggi anche:
Le pagelle di Viareggio-Perugia
L’intervista a Lorenzo Benedetti
L’intervista a Stefano Cuoghi
L’intervista al presidente Stefano Dinelli
L’intervista a Luca Crescenzi
L’intervista a Massimo Gazzoli
L’intervista a Andrea Peverelli
L’intervista a Leonardo Massoni
L’intervista ad Andrea Camplone

Guarda anche:
La fotogallery di Viareggio-Perugia

(Visitato 43 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 28-04-2013 18:00