Lo ammetto, io adoro la cheesecake in tutte le sue forme, dimensioni e colori. Ne sono un vero e proprio cultore e mi piace propinarla ad amici e commensali che normalmente apprezzano e mi chiedono la ricetta. Ecco perché ho deciso di iniziare questa rubrica proprio con questa torta! Bisogna dire che la cheesecake nonostante il suo nome anglosassone è in realtà un dolce che viene proposto in tutte le culture e a tutte le latitudini ed è un po’ come il ragù per gli italiani, ogni casa, ogni mamma, ogni nonna ha la sua ricetta, fatta unica nel corso degli anni. Questa difatti è la mia personalissima ricetta, anche se devo dire grazie a due persone in particolare perché senza di loro questa ricetta non esisterebbe visto che è un mix tra queste due: Claudia e Titta che se un giorno me lo consentiranno pubblicherò anche le loro.

La CheeseCake fredda nella storia

La cheesecake fredda o cotta è un dolce che perde le sue origini nella storia. Uno dei primi riferimenti lo troviamo persino in uno scritto greco del 776 a.c. ed era composto da formaggio di pecora e miele e veniva servito per dare forza ed energia agli atleti. Successivamente portato in tutta Europa dai romani che la diffusero a macchia d’olio. Durante il 1872 un lattaio americano James L. Kraft (si proprio lui quello dell’attuale marca) cercando di produrre un famoso formaggio francese il neufchatel, per errore inventò il famoso formaggio spalmabile che oggi trovate sulle vostre tavole con il nome di Philadelphia. In verità anche oggi questo formaggio è piuttosto diverso in america rispetto al nostro in quanto adattato al gusto del nostro paese. Per questa ragione in molti casi la cheesecake fredda viene fatta in italia con un formaggio che è più simile all’americano per gusto ovvero la robiola. Non vi nego che il costo della robiola è nettamente più elevato rispetto al philadelphia motivo per cui solo in alcune famose pasticcerie utilizzano questa variante. Inoltre il gusto risulta un po’ diverso e molti non lo amano. Vi invito però a provare sostituendo la stessa dose di philadelphia con della robiola di alta qualità e noterete una certa differenza nel gusto. Provare e sperimentare è la via per divertirsi e mangiare bene.

Print Recipe
CheeseCake Fredda di Alberto
la cheesecake è sicuramente uno dei dolci più facili e più conosciuti al mondo. L'ideale da portare ad una cena e quando si ha poco tempo per cucinare. Fatela anche un giorno prima, sarà ancora più buona.
cheesecake fredda con frutti di bosco freschi
Tempo di preparazione 35 minuti
Tempo di cottura 1 minuti
Tempo Passivo 120 minuti
Porzioni
cm (tortiera)
Ingredienti
Ingredienti per la base
Ingredienti per la Crema
Tempo di preparazione 35 minuti
Tempo di cottura 1 minuti
Tempo Passivo 120 minuti
Porzioni
cm (tortiera)
Ingredienti
Ingredienti per la base
Ingredienti per la Crema
cheesecake fredda con frutti di bosco freschi
Istruzioni
Preparazione della Base
  1. Per preparare la CheeseCake Fredda iniziamo prendendo una teglia per torta con laterali in cerniera. Cospargiamo la teglia di burro o margarina che aiuterà la carta da forno ad attaccarsi.
  2. Mettete i Biscotti Digestive nel mixer e tritateli finemente aggiungendo lo zucchero di canna che aiuterà a tenere il composto solido ma friabile.
  3. Prendete il burro che avrete lasciato almeno 1 ora fuori dal frigo e mettetelo nel mixer insieme alla polvere di biscotti finché il composto non sarà ben amalgamato. Molti usano il burro fuso ma usando il burro ammorbidito la base rimane soda ma non dura e il risultato è decisamente meglio.
  4. Prendete il composto di biscotti e burro e ricoprite completamente il fondo della teglia che avrete preparato con la carta da forno. Aiutatevi con un cucchiaio per compattare bene il fondo della vostra torta. Mettete in frigo a riposare per almeno 20 minuti.
Preparazione della Crema
  1. Prendete un recipiente molto ampio e con i bordi alti e assicuratevi che sia perfettamente pulito e asciutto. Prendete la Panna liquida versatela nel contenitore e montatela a neve con una frusta possibilmente elettrica.
  2. Aggiungete alla panna montata a neve il philadelphia continuando a montare il composto. Aggiungete la ricotta che avrete fatto scolare di tutti i liquidi per almeno un ora. Aggiungete lo yogurt. Consiglio vivamente uno yogurt molto sodo, se vi piace un po' di acidità in più potete usare quello greco. Continuate a montare con la frusta.
  3. Aprite la bacca di vaniglia e con un coltello prendetene l'interno. Sono dei semi molto piccoli e neri che daranno molto gusto al vostro composto. Uniteli alla crema e continuando a montare il composto aggiungete anche lo zucchero.
  4. Mettete la colla di pesce in acqua fredda per 10/15 minuti fin tanto che non sarà ammorbidita. Passato questo tempo prendetela con le mani e strizzatela in modo da eliminare completamente l'acqua.
  5. In un pentolino mettete il latte insieme alla colla di pesce e a fuoco bassissimo iniziate a girare con un cucchiaio di ferro fin tanto che la colla di pesce non sarà completamente disciolta nel latte. Aggiungete il latte al composto senza farlo freddare e montate per un altro minuto.
Preparazione della Torta
  1. Tirate fuori dal frigo la teglia in cui avrete messo la base e versateci sopra la crema aiutandovi con una spatola da dolci o un cucchiaio a spargere e livellare la crema.
  2. Mettete la CheeseCake in frigo per almeno 1 ora o più.
  3. Prima di servirla levatela dal frigo, togliendo la teglia ponetela con molta attenzione su un piatto da dolce.
Recipe Notes

Potete ricoprire la vostra cheesecake con quello che preferite o con quello che offre la stagione. Io ad esempio in primavera la ricopro o di una composta di fragole o di fragole fresche. Un'altra ottima soluzione sono i frutti di bosco o in mancanza di questi prendiamo una marmellata ai mirtilli (l'acidità dei mirtilli si sposa perfettamente con la crema), la scaldiamo in un pentolino con pochissima acqua (circa un cucchiaino da the) e la posiamo o su tutta la torta o ancora meglio sulla singola fetta durante il servizio. Un'altra cosa che può essere divertente è preparare varie coperture e lasciar decidere ai nostri ospiti quale è la loro preferita, magari assaggiandone diverse fette con diverse coperture! La Cheesecake come tutte le torte contenenti i formaggi si conserva perfettamente in frigo ed è molto più buona il giorno dopo. Per questo quando il tempo lo consente io la preparo o la sere prima o il giorno prima di mangiarla così che tutti gli ingredienti al suo interno si riescano ad amalgamare per bene.

[nutrition-label]

(Visitato 2.142 volte, 1 visite oggi)

Pappardelle alla Lepre. Le ricette amate da Giacomo Puccini