FORTE DEI MARMI. Lo scudetto dell’hockey su pista resta a Forte dei Marmi. I rossoblu di Valverde conquistano il secondo tricolore consecutivo superando 7-2 sulla pista di casa il Cgc nell’ultimo e decisivo atto della finale.

Il Forte parte a razzo, annusa il gol con Cancela e poi lo trova con una magia di Pedro Gil, abile nel liberarsi di Montigel e trafiggere Barozzi con un fendente che prima di finire in rete si stampa sulla base interna del palo. I bianconeri, reattivi sino a quel momento (Stagi bravo su D’Anna e Mirko Bertolucci), accusano il colpo. Il portiere del Centro evita il peggio, opponendosi due volte a Cancela.

Muglia commette un fallo ingenuo su Motaran, Cancela non realizza la punizione di prima (para Barozzi). Lo stesso 81 bianconero da pochi passi non trova il pari su assist di Mirko Bertolucci e in sequenza stende nuovamente Motaran, rimediando il blu. L’ex bianconero ha a disposizione una punizione di prima, ma si fa ipnotizzare da Barozzi e poi colpisce il palo. Ma una manciata di secondi più tardi (20′) si riscatta e sigla il radoppio. Il Cgc si fa pericoloso con Mirko Bertolucci (Stagi è attento), ma incassa il 3-0 firmato da Pedro Gil, che incenerisce l’incolpevole Barozzi con un missile da lontano.

In avvio di ripresa Palagi ci prova due volte, il portiere del Forte è attento. Nel mezzo, percussione di Gil sulla quale Barozzi è reattivo. Cgc ad un passo dal 3-1 all’11’, ma Cinquini spara centrale e Stagi devia. Cambio di fronte e Alessandro Verona porta i rossoblu sul 4-0, ribadendo in rete una conclusione respinta da Barozzi. Pochi secondi ed ecco il sussulto del Centro, con Samuele Muglia che accorcia con una sassata dalla distanza. I bianconeri sono vivi e si portano sul 4-2 con Mirko Bertolucci che corregge in rete il tiro di Cinquini. Ma è di nuovo Verona a ricacciare indietro gli ospiti con un tocco ravvicinato che non lascia scampo a Barozzi.

Pedro Gil realizza la tripletta personale al 18′: su disimpegno errato di Montigel il fuoriclasse spagnolo va a segno con un fendente letale. Al 23′ Barozzi intercetta il rigore di Orlandi, ma gli arbitri fanno ripetere. Al secondo tentativo, stesso esito. L’8 rossoblu si riscatta e poco dopo sigla il 7-2. Ad un minuto dal termine espulsi sia Montigel sia Alessandro Bertolucci.

Il Forte festeggia così il secondo scudetto di fila, dopo quello del 2014 vinto a spese del Valdagno. Il Centro esce a testa alta, consapevole di esser messo in difficoltà sino all’ultima i campioni d’Italia.

Leggi anche:
Il nuovo albo d’oro della Serie A1 di hockey su pista
L’intervista a Jordi Valverde
L’intervista a Piero Tosi
L’intervista ad Alessandro Bertolucci
L’intervista a Mirko Bertolucci
L’intervista a Pedro Gil
L’intervista a Davide Motaran
L’intervista ad Alessandro Verona
L’intervista a Federico Stagi
L’intervista a Pablo Cancela
L’intervista a Samuele Muglia
L’intervista a Elia Cinquini
L’intervista ad Alberto Orlandi
L’intervista a Enric Torner
L’intervista a Nicola Palagi
L’intervista ad Alessandro Palagi
La delusione dei tifosi del Cgc al PalaBarsacchi

Guarda anche:
La fotogallery di Forte-Cgc / 1
La fotogallery di Forte-Cgc / 2

(Visitato 155 volte, 1 visite oggi)

Nasce la scuola calcio “Simone Bertacca”

Hockey su pista, il nuovo albo d’oro: il Forte dei Marmi succede…a sé stesso