(foto Roberto Paglianti)
(foto Roberto Paglianti)

VIAREGGIO. È stato un anno ricco di fatti di cronaca quello che VersiliaToday ha raccontato. Dai (troppi) morti sulle strade ai continui episodi di micro e macro criminalità, dalle grandi indagini della magistratura chiuse (come quella della strage di Viareggio) a maltempo che ha messo in ginocchio in varie occasioni la Versilia.

Uno dei primi episodi raccontati dal nostro giornale online è stato quello del terremoto del nord-est Italia, avvertito chiaramente anche in Versilia, che ha portato alla chiusura delle scuole per un giorno o due. Gli eventi naturali hanno messo in difficoltà la Versilia anche a febbraio, con la neve abbondante che ha, anche in questo caso, obbligato i Comuni alla chiusura delle scuole. Danni e disagi, a causa del maltempo, anche a causa dei diversi nubifragi che si sono abbattuti sul territorio tra Torre del Lago e Forte dei Marmi.

Anche la pagina della cronaca giudiziaria è stata ricca di eventi. A febbraio finiscono nella rete degli inquirenti alcuni carabinieri, accusati di aver nascosto elementi utili al caso del delitto dell’imprenditore Romanini a Camaiore. Ma sono i 32 nomi per cui c’è una richiesta di rinvio a giudizio a dare, a metà estate e sul finire del 2012, una speranza di verità e giustizia ai famigliari delle vittime della strage del 29 giugno 2009 a Viareggio.

Tra le inchiesta di risonanza anche quelle che riguarda una morta sospetta all’ospedale Versilia e l’inchiesta relativo alle scommesse sportive che ha portato in carcere il calciatore Andrea Masiello,  la sentenza di condanna per il marito della giovane Rajmonda uccisa in casa l’anno prima. La cronaca giudiziaria racconta inoltra della condanna dell’ingegner Castellacci e dell’imprenditore Varia per l’affare pontile a Lido, e dell’assessore (poi dimissionario) Athos Pastechi a Viareggio.

Triste la pagina dei tanti incidenti mortali registrati sulle nostre strade. Perdono la vita, in incidente stradale, il geometra Alido Zucchini, Alfio CarparelliOriana Baroni, la dipendente comunale di Viareggio Cinzia CasentiniAugustin Dyerk Klaczxlsky sulla Provinciale a Camaiore, Andrea Sforza , l’architetto BonuccelliRiccardo Lorenzetti, Liliana Bati falciata a piedi sull’Aurelia, Berardo Piccinelli travolto da un pioppo mentre andava in bici, Dina Baldan Ceccatelli, Alessandro Donati, Angelo Marchetti. Grande commozione per le morti di due giovani, Federico Paris e Giovanni Fortunato,  la cui morte ha riacceso il dibattito sulla sicurezza sulla via Sarzanese e sulle strade in generale. La Versilia è rimasta incredula alla morte di Vittorio Boschi, il bambino di 7 anni di Pietrasanta morto in un incidente mentre con la famiglia andava a Euro Disney a Parigi.

Altre morti hanno suscitato commozione in Versilia. Come quella di Vincenzo Simonini, il sommozzatore rimasto vittima di un incidente mortale a Luni durante una esercitazione, quella di Fabrizio Del Soldato, l’imprenditore precipitato da un tetto in ristrutturazione, l’atroce morte dei due piloti di Rally di Forte dei Marmi.

  Ma nel 2012 la Versilia perde anche alcuni dei suoi personaggi più importanti, dalla staffetta partigiana Didala Ghilarducci al giornalista conduttore della Versiliana Romano Battaglia, dal pittore viareggino Elios Lippi al primario di Ginecologia che ha fatto nascere generazioni di versiliesi Alvaro Marchetti. La cronaca ha riservato per la Versilia tanti altri fatti. Dall’incendio alla discoteca Kamakama all’operazione Fort Knox(forse la più eclatante delle tante operazioni portate a termine della forze dell’ordine della nostra zona), dall’arresto del porno regista Andy Casanova al ritrovamento, sulle colline di Bozzano, di alcuni misteriosi resti di scheletro umano, dalle operazioni della Guardia di Finanza alla Cittadella del Carnevale ai vandalismi alla casina dei ricordi delle vittime del 29 giugno, dal tuffo collettivo contro la Bolkestein dei balneari Versiliesi e dei loro clienti al busto del figlio del duceche tante polemiche ha sollevato a Forte dei Marmi.E ancora la moria di pesci che ha riguardato i nostri canali, l’allarme acqua a Capezzano Pianore, Pietrasanta e Piano di Mommio, l’emergenza lavoro con la drammatica protesta di tre operai con la loro minaccia di suicidarsi pur di non perdere il posto di lavoro. Il 2012 è anche l’anno dei servizi essenziali messi in discussione: dalla sanità agli uffici postali e alle stazioni dei treni a rischio chiusura. Ed è l’anno in cui la procura di Stoccarda mette una pietra sopra la memoria, archiviando il caso delle Ss coinvolte nell’eccidio di Sant’Anna di Stazzema.

Per fortuna siamo anche riusciti, nel corso di questo anno, a raccontare tante altre storie dal lieto fine. Come la medaglia d’oro al valore civile, assegnata a Cesira Pardini, scampata al massacro di Stazzema durante la seconda guerra mondiale. E altre notizie che ci hanno strappato un sorriso, come il cane beccato dalla polizia stradale alla guida di uno scooter, o il fenomeno del writers di cuori su muri di Viareggio.

twitter: @marcopomella

(Visitato 204 volte, 1 visite oggi)

“GARANTIRE SICUREZZA A MASSAROSA”. IL PDL CHIEDE INTERVENTI AL SINDACO

È MORTO ‘TOPO’, IL PARTIGIANO NICOLA BADALACCHI. PARTECIPÒ ALLA LIBERAZIONE DI CAMAIORE E PIETRASANTA